Home Generale Piero Angela: costruire il futuro. Ciclo di incontri a Torino

Piero Angela: costruire il futuro. Ciclo di incontri a Torino

CONDIVIDI

Organizzato dalla Compagnia di San Paolo e dalla Fondazione per la Scuola, assieme a Politecnico e Miur, sono attesi al Politecnico di Torino, per il ciclo di Incontri “Costruire il futuro” (31 ottobre 2017- 22 maggio 2018), ideato da Piero Angela fine di fornire ai giovani una sorta di mappa del mondo che verrà, personaggi come Roberto Cingolani, direttore dell’Istituto Italiano di tecnologie, Tito Boeri, presidente dell’Inps, Raffaele Cantone, presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione. 

Gli incontri

Il ciclo di incontri si propone di affrontare attraverso il punto di vista di esperti in diverse discipline e imprenditori i veloci mutamenti che il progresso tecnologico sta portando in diversi ambiti della società dal lavoro alla demografia. “Nessuno può prevedere il futuro, ma ci si può preparare. E’ un po’ come una partita a scacchi se si gioca bene si progredisce altrimenti no” ha spiegato Piero Angela, che inaugurerà il ciclo il 31 ottobre e il 21 novembre tornerà al Politecnico per parlare del tema “Informazione ed emotività”.

Francesco Profumo

“Tra le professioni attuali nove su dieci sono destinate a scomparire gradualmente, soppiantate da robotica e macchine dotate di intelligenza artificiale. Tutto ciò implicherà un nuovo approccio al mondo del lavoro e della formazione. Quindi è fondamentale adattarsi al cambiamento, perché altri mestieri stanno nascendo e i giovani e chi li forma devono intercettarli. Dobbiamo far appassionare i ragazzi. La vera leva è la curiosità” ha detto Francesco Profumo, presidente della Compagnia di Sanpaolo, che assieme a Franco Bassanini, presidente di Open Fiber, il prossimo 20 febbraio parlerà di produttività e attrattività del nostro Paese.

In mezzo alla notizia

400 studenti

Gli incontri saranno rivolti a 400 studenti, la metà selezionati dal Politecnico e i rimanenti provengono dalle classi quarte e quinte delle scuole superiori di Torino, che avranno crediti formativi . Ma ogni appuntamento potrà essere seguito in streaming e on demand sul sito della Fondazione per la Scuola della Compagnia di San Paolo.