Home Didattica PON “Per la Scuola” e “Progetti di inclusione sociale e lotta al...

PON “Per la Scuola” e “Progetti di inclusione sociale e lotta al disagio”

CONDIVIDI

L’Autorità di Gestione del Pon “per la scuola”, il 21 settembre scorso ha fornito le istruzione operative per l’acquisizione del consenso al trattamento dei dati degli studenti per la frequenza dei moduli formativi nell’ambito dei“Progetti di inclusione sociale e lotta al disagio nonché per garantire l’apertura delle scuole oltre l’orario scolastico soprattutto nella aree a rischio e in quelle periferiche” e, più in generale, nell’ambito dei progetti finanziati dal PON.

Lo rende noto in un comunicato la Flc-Cgil che aggiunge:

Icotea

Ai sensi del“Codice in materia di protezione dei dati personali” e dell’Autorizzazione n. 2/2005 delGarante per la protezione dei dati personali, per l’avvio e la gestione dei moduli formativi destinati agli studentiè obbligatoria l’acquisizione del consenso scritto dei genitori al trattamento dei dati o dello studente maggiorenne.

Il mancato consenso comporta l’impossibilità per lo studente di partecipare alle attività formative. Il consenso una volta acquisitonon potrà essere più revocato.

A tal fine

  • le scuole devonoscaricare il moduloper il consenso al trattamento dal portale GPUhttp://pon20142020.indire.it/
  • il tutor deve caricare a sistema, per ogni studente di ciascun modulo formativo,la copia dell’informativafirmata einserire le informazioni nella scheda anagrafica.

La nota chiarisce chein presenza anche di un solo studente privo del consenso al trattamento, non sarà possibile avviare le attività formative. Pertanto le scuole sono invitate aeliminare le iscrizionidegli studenti prive di tale consenso. Ovviamentela cancellazione comporta una riduzione dei costi di gestione.

Nel caso di iscrizione successiva all’avvio del corso non potranno essere conteggiati gli incontri già effetti ai fini del calcolo del75% del monte ore di presenza ai fini dell’attestazione”.