Home I lettori ci scrivono Precedenza operazioni di mobilità

Precedenza operazioni di mobilità

CONDIVIDI
  • Credion

Noi docenti facenti parte del gruppo Fb “Vecchi docenti di ruolo con vecchie regole”, in vista della definizione delle norme sulla mobilità 2017/18, chiediamo a MIUR e OO.SS che ai docenti assunti in ruolo entro l’a.s. 2014/15 venga garantita la precedenza nelle operazioni di mobilità forzata (soprannumerarietà, rientro entro l’ottennio nella scuola di ex titolarità) e volontaria, territoriale e professionale.

Ricordiamo che i docenti assunti entro l’a.s. 2014/15 sono stati fortemente danneggiati dalla L. 107/15, dato il valore retroattivo di tale legge e la mancata salvaguardia dei diritti acquisiti.

Icotea

A ciò s’aggiungono il mancato espletamento d’un piano straordinario di mobilità prima dell’entrata in vigore della legge (e quindi prima del piano straordinario di assunzioni e della costituzione degli ambiti, con relativa titolarità), gli errori dell’algoritmo che in molti casi hanno determinato la violazione delle precedenze previste dalla legge (comma 108) ed il vincolo di permanenza nella provincia d’assunzione che ha posticipato la partecipazione alle operazioni di mobilità dei docenti assunti ante legem, vincolo a cui adesso viene concessa deroga per i neoassunti.                

Chiediamo, quindi, che nelle operazioni di mobilità 2017/18 sia data ampia possibilità di riottenere la titolarità di cattedra a chi l’ha persa lo scorso anno, ed agli altri assunti ante 107/15 di mantenerla. Riteniamo, infatti, assurdo che si possa concedere la titolarità di cattedra a chi è stato assunto post legem su ambito, negandola invece a chi è stato assunto ante legem.

Consideriamo, altresì, assurdo dover ricorrere alle vie legali per salvaguardare i nostri diritti acquisiti.

https://www.facebook.com/groups/1562430517363751/