Home Sicurezza ed edilizia scolastica Prevenzione incendi nelle scuole: la applicazione “prestazionale”- facoltativa

Prevenzione incendi nelle scuole: la applicazione “prestazionale”- facoltativa

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Nella Gazzetta Ufficiale Serie Generale n. 197 del 24-8-2017, è stato pubblicato il decreto 7 agosto 2017 del Ministero dell’Interno con il quale viene approvata la regola tecnica verticale recante disposizioni di prevenzione incendi relativi a edifici o locali adibiti ad attività scolastica di ogni ordine, grado e tipo, collegi e accademie. In questo decreto si fa riferimento alla applicazione “prestazionale”- facoltativa che vale per le scuole nuove ed esistenti con più di 100 persone. Il vantaggio dell’ approccio prestazionale risiede nella maggiore libertà lasciata al professionista nel delineare una strategia antincendio su misura, disegnata sulla specifica realtà nella quale si trova ad operare. Si ricorda che gli edifici scolastici e i locali adibiti a scuole, di qualsiasi tipo, ordine e grado, accademie, collegi e simili, con oltre 100 persone presenti, sono così suddivisi:

  • categoria A fino a150 persone;

  • categoria B oltre 150 e fino a 300 persone – asili nido oltre 30 persone;

    ICOTEA_19_dentro articolo
  • categoria C oltre 300 persone.

Preparazione concorso ordinario inglese