Home Archivio storico 1998-2013 Generico Progetto “Digiscuola” per lo sviluppo delle nuove tecnologie nelle scuole

Progetto “Digiscuola” per lo sviluppo delle nuove tecnologie nelle scuole

CONDIVIDI
  • Credion
Il 15 settembre 2006, il ministro della Pubblica Istruzione, Giuseppe Fioroni e il Ministro per le Riforme e l’Innovazione nella pubblica amministrazione, Luigi Nicolais, hanno firmato l’accordo per lo sviluppo delle nuove tecnologie nel mondo della scuola. Il progetto, finanziato per 25,9 milioni di euro dal Cipe, ha la durata di 18 mesi (giugno 2006 – dicembre 2007) e coinvolge 550 scuole superiori, per un totale di 33.000 studenti e di 3.300 docenti, di Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Molise, Sardegna e Sicilia. Questi gli obiettivi del progetto:
a) l’introduzione di metodologie didattiche innovative al servizio dei docenti, con adeguata formazione degli insegnanti relativamente all’utilizzo
delle nuove tecnologie;
b) introduzione alla nuova didattica basata sui contenuti digitali (learning object);
c) la creazione di un mercato elettronico dei contenuti digitali per la didattica;
d) lo sviluppo dell’industria italiana di contenuti digitali di qualità, adottando      elevati standard tecnologici e linee guida pedagogico-didattiche;
e) la diffusione dell’alfabetizzazione digitale nel nostro Paese;
f) la riduzione della dispersione scolastica.
L’introduzione delle nuove tecnologie nella didattica assume un’importanza strategica per lo sviluppo del “Sistema Paese”, negli ambiti sociale, pedagogico, economico,
All’indirizzo www.digiscuola.it e a quello del ministero, www.istruzione.it , saranno disponibili contenuti didattici digitali, allo scopo di integrare la tradizionale attività di insegnamento dei docenti.