Home Archivio storico 1998-2013 Generico Progetto Scream: seminario sulla prevenzione della dispersione scolastica

Progetto Scream: seminario sulla prevenzione della dispersione scolastica

CONDIVIDI
  • Credion
Nei giorni 3 e 4 maggio, alla Reggia di Caserta, presso l’Aula magna della Scuola Sottoufficiali A.M., nel quadro del Progetto Scream di formazione per dirigenti scolastici e docenti e di ricerca-azione con gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado, si terrà un seminario regionale sulla prevenzione della dispersione scolastica,
L’iniziativa è promossa dal Ministero della Pubblica Istruzione – Direzione generale per il personale della scuola (partner: Ilo-Rappresentanza in Italia della Commissione europea-Ufficio per l’Italia del Parlamento europeo-Coordinamento dei Presidenti delle Assemblee regionali)
Alle ore 9.30 del 3 maggio il convegno si aprirà con gli interventi di Bottino, direttore generale dell’ Usr della Campania, e di Fiori, direttore generale per il personale della scuola – Ministero della Pubblica Istruzione. Dopo la presentazione del Progetto Scream, nel corso della mattinata si parlerà anche del “Ruolo del Parlamento europeo nelle politiche educative e di inclusione dei giovani”e di “Dispersione scolastica e lavoro minorile tra gli obiettivi dell’ Agenda di Lisbona”.
Nel pomeriggio, ci si soffermerà su “La ricerca sul territorio: dati e proposte operative” e interverranno i presidenti delle Consulte provinciali degli studenti di Avellino, Caserta, Napoli e Salerno su “Gli studenti: obiettivi, ruoli e strategie”.
Il 4 maggio, alle ore 9.30, per il gruppo dei dirigenti scolastici si parlerà di “Organizzazione e gestione delle reti di scuole nei processi di formazione e ricerca-azione”, mentre per il gruppo dei docenti il tema sarà “I moduli di Scream: aspetti metodologici”.
Inoltre, tra gli argomenti trattati: “Le politiche del lavoro nel contrasto alla dispersione scolastica”, “Gli strumenti di comunicazione dell’UE per le scuole”, “Chi sono i ragazzi che abbandonano la scuola oggi?”. Le conclusioni saranno affidate a Pascarella, sottosegretario al Ministero della Pubblica Istruzione.