Home Archivio storico 1998-2013 Generico “Quantestorie” nei libri per l’infanzia

“Quantestorie” nei libri per l’infanzia

CONDIVIDI

Quantestorie rappresenta una settimana di appuntamenti e di incontri  rivolti ai lettori più giovani, bambini e i ragazzi fino a 13 anni di età, che avranno così l’occasione di conoscere gli scrittori e dialogare con loro.
Tutte le mattine gli autori, diversi rispetto alle fasce di età di riferimento, incontreranno le scuole (asili nido, scuole dell’infanzia, primarie e secondarie del primo ciclo: complessivamente 100 classi nei cinque giorni) che aderiscono all’iniziativa e nel pomeriggio parteciperanno a incontri aperti al pubblico, bambini, ragazzi e famiglie. Complessivamente, sono 30 gli autori e illustratori italiani e stranieri che partecipano a Quantestorie.
Gli incontri avranno come sfondo quattro aree tematiche: "Disegnare il mondo", "Leggere la scienza", "Un mondo fantastico", "Noi e la nostra storia".
Mercoledì 16 marzo, alle 16.0, è in programma il convegno "Cominciare da piccoli. La lettura dei bambini da 0 ai 5 anni", che intende proporsi come un momento di approfondimento e confronto sull’universo dei piccolissimi e sull’importanza, in termini di crescita emotiva, psicologica, affettiva, dell’accostarli il prima possibile al piacere e al divertimento che i libri possono suscitare. Il convegno, a ingresso libero e gratuito, sarà aperto a tutti, genitori, insegnanti, bibliotecari, operatori del settore.
Inoltre, è previsto uno spazio completamente dedicato allo sguardo e alla lettura dei bambini (la foresta dei cento libri) e il 19 marzo è programmata la maratona di lettura dei papà, con papà conosciuti nel mondo dello spettacolo e dello sport come Maurizio Nichetti, Giovanni (del trio Aldo, Giovanni e Giacomo), Bebo Storti, Dino Meneghin, che si cimenteranno a loro volta nella lettura di un testo della loro infanzia. Senza dimenticare il libro ricordo "Tu Leggi?", il cui ricavato andrà alla costruzione di un’aula in Africa.

Il festival sarà anche l’occasione per un omaggio a Pinin Carpi, autore di libri per bambini e ragazzi, attraverso la prima mostra a lui dedicata dopo la sua recente scomparsa (l’allestimento è curato dalla figlia dello scrittore, Susanna).

L’appuntamento è organizzato dall’Associazione culturale Nautilus con il patrocinio dell’Ufficio scolastico regionale per la Lombardia e con la collaborazione dell’Associazione Italiana Editori (Aie) ed il sostegno di Regione Lombardia, Provincia e Comune di Milano.

Per informazioni:
Associazione culturale Nautilus: tel. 02/29532181;  e-mail:
[email protected] (cliccabile da "Ulteriori approfondimenti", come il sito internet www.quantestorie.org ).

Icotea