Home Attualità Quel bidello è un “mostro”! Tutto falso

Quel bidello è un “mostro”! Tutto falso

CONDIVIDI

Lo hanno fatto passare per un ‘mostro’, ma il giudice lo ha scagionato. La storia è quella di un collaboratore scolastico sessantenne di Genova.

Il tribunale penale del capoluogo lugure lo ha assolto perchè il fatto non sussiste: al centro del processo, c’è stato un bidello di una scuola dell’Infanzia genovese accusato di avere molestato sessualmente alcune bimbe di età fra i quattro e i cinque anni che accompagnava al bagno.

Icotea

“L’uomo, difeso dagli avvocati Paolo Scovazzi e Riccardo La Monaca, aveva sempre sostenuto di non avere fatto alcuna azione di natura sessuale ma – spiega l’Ansa – di avere svolto solo i compiti che gli erano stati affidati e che una delle mansioni era quella di accompagnare in bagno le bimbe ospiti della struttura pubblica e di aiutarle a pulirle”.

 

{loadposition eb-scuola-italia}

 

L’indagine aveva preso l’avvio dalla denuncia di mamme alle quali alcune bimbe avrebbero raccontato di essere state toccate dal bidello. Le indagini hanno riguardato sei episodi (tre ripresi dalle telecamere e tre per il racconto delle bimbe).

Il collaboratore scolastico, tra l’altro, aveva sottolineato di essere stato ricollocato dal Comune come bidello nella scuola dell’Infanzia, e si era lamentato perchè questo genere di lavoro non era di suo gradimento.

All’esito della sentenza gli avvocati La Monaca e Scovazzi hanno detto: “Siamo felici perchè è stata fatta giustizia che ci ripaga dopo anni di grande sofferenza per il nostro assistito”.

La sentenza è stata incerta sino alla sua lettura: basta dire che il pm Luca Scorza Azzarà aveva chiesto 8 anni di carcere.

 

{loadposition eb-valore-formativo}

 

 

{loadposition facebook}