Home Sicurezza ed edilizia scolastica Quirinale censura la proroga sulla normativa antincendio nelle scuole

Quirinale censura la proroga sulla normativa antincendio nelle scuole

CONDIVIDI

Secondo gli ultimi dati diffusi dall’Anagrafe dell’Edilizia scolastica circa il 58% delle scuole non è adeguato alla normativa antincendio. A gennaio 2018 almeno 42.000 edifici non erano in possesso della SCIA antincendio ed erano a rischio chiusura.

Dall’ultima proroga fissata al 31 dicembre 2018, il DL “Semplificazioni” prevede un rinvio al 31 dicembre 2021 per le scuole e al 31 dicembre 2019 per gli asili nido.

La proroga era stata approvata dalle commissioni parlamentari e fatta propria dal Governo ma è stata censurata dal Quirinale, assieme ad altri emendamenti, perché non pertinente alla materia del decreto che era quella della semplificazione.

ICOTEA_19_dentro articolo

A tal riguardo si ricorda che il decreto-legge licenziato dal Governo il 14 dicembre 2018, costituito di soli 12 articoli, era stato notevolmente stravolto dalle Commissioni 1ª e 8ª che, in sede di trattazione dal 18 al 24 gennaio, avevano approvato ben 85 emendamenti in aggiunta al testo originario.

Già nella giornata di ieri il voluminoso dossier sottoposto all’esame dell’Aula aveva subito un drastico ridimensionamento per iniziativa della stessa Presidente del Senato Casellati che, facendo proprie le perplessità espresse dal Capo dello Stato, aveva dichiarato improponibili 62 degli 85 emendamenti approvati dalle Commissioni riunite perché “non si traducono in misure di semplificazione o di sostegno”.