Home Archivio storico 1998-2013 Generico Regole immissioni in ruolo

Regole immissioni in ruolo

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Personale docente
I posti da assegnare agli incarichi a tempo indeterminato verranno prelevati per il 50% dalle graduatorie dei concorsi ordinari per titoli ed esami e per l’altro 50% dalle graduatorie provinciali permanenti. In tali graduatorie, che hanno preso il posto delle graduatorie dei concorsi per soli titoli, sono inseriti, in base agli ordini di scuola e delle classi di concorso, gli aspiranti in possesso di determinati requisiti.

I contratti dovranno essere formulati entro il prossimo 31 agosto, in caso contrario il personale prenderà servizio a partire dal 1° settembre 2002, fermo restando gli effetti giuridici dall’inizio dell’anno scolastico 2001.

Nelle assunzioni si dovrà tener conto delle quote di riserva (legge n. 68/1999 sul diritto al lavoro dei disabili), da assegnare al concorso per esami e titoli e alle graduatorie permanenti.

Qualora la graduatoria di un concorso per titoli ed esami si esaurisca e rimangano posti ad esso assegnati, questi vanno ad aggiungersi a quelli assegnati alla corrispondente graduatoria permanente. Detti posti vanno reintegrati in occasione della procedura concorsuale successiva.

Qualora non possano essere disposte tutte le assunzioni previste per assenza delle relative graduatorie concorsuali ovvero per la copertura di tutte le disponibilità è consentito, fermo restando il limite dei posti assegnati a livello provinciale, il recupero di tali posti con l’assegnazione a favore di altre graduatorie.

Nell’ambito della scuola secondaria di primo e secondo grado la compensazione tra le classi di concorso dovrà avvenire, in relazione alle esigenze accertate in sede locale, con particolare riguardo per gli insegnamenti per i quali risultano difficoltà nel reperimento dei docenti.

Al personale assunto a tempo indeterminato viene assegnata una sede provvisoria e non si potrà chiedere trasferimento in altra provincia prima di tre anni scolastici.

Personale Ata

Le assunzioni a tempo indeterminato del personale amministrativo, tecnico e ausiliario, saranno determinate, in ciascuna provincia, in relazione alle disponibilità dei posti risultanti a seguito delle procedure di mobilità del personale appartenente ai vari profili professionali. Tali disponibilità verranno definite successivamente.

Anche per il personale Ata valgono le stesse regole del personale docente: così se il contratto viene stipulato dopo il 31 agosto 2001 avrà decorrenza giuridica dal 1° settembre 2001 ed effetti economici dal 1° settembre 2002, data di effettiva assunzione in servizio.

Personale educativo

Il decreto legge n. 255/2000 ha previsto l’unificazione dei distinti ruoli provinciali di educatori ed educatrici, mantenendo però la distinzione tra alunni convittori e alunne convittrici per l’individuazione dei posti in organico. Ora, in base alla C.M. n. 134 dell’8 agosto, gli Uffici scolastici periferici vengono invitati a procedere nel più breve tempo possibile, e comunque entro il 31 agosto, alle assunzioni per l’anno scolastico 2000/2001 (assunzioni che erano state sospese) sulla base di graduatorie unificate di personale maschile e femminile.

CONDIVIDI
Preparazione concorso ordinario inglese