Home I lettori ci scrivono Renzi e lo Sport a scuola: storia dell’ennesima propaganda

Renzi e lo Sport a scuola: storia dell’ennesima propaganda

CONDIVIDI
  • Credion

In un paese in cui aumenta l’obesità infantile e in cui lo sport, a differenza di quanto accade nel resto d’Europa, è tagliato fuori dalla scuola primaria, il governo Renzi, che si dice tanto attento alla scuola (cioè attento ad usarla e a distruggerla), rilancia l’ennesimo progetto-fuffa, un maxi-slogan, un trionfo dell’inutilità, una gallina dalle uova d’oro per i soliti poltronari: “Lo sport di classe”.

L’accattivante e colorato sito, che per grafica è molto “buona scuola style” (http://www.progettosportdiclasse.it/), spiega che questo “favoloso” accordo MIUR-CONI <<si offre al mondo della scuola quale risposta concreta e coordinata all’esigenza di diffondere l’educazione fisica e sportiva fin dalla primaria>>, quindi finalmente la “ginnastica”, grazie a docenti ISEF abilitati, sarà inserita in ogni scuola primaria del territorio nazionale.
Fico no?
No. Fuffa. 

Icotea

Perché il docente non sarà affatto docente, ma “tutor sportivo” (nota min. n° 16552 del 4 dicembre 2015); perché il tutor, NON sarà affatto l’insegnante di ginnastica dei bimbi, ma si limiterà ad AFFIANCARE la maestra o il maestro; perché i “tutor sportivi” non saranno SCELTI da alcuna graduatoria di precari, ma direttamente DAL CONI; perché lo “sport di classe” in realtà, saranno solo due, dico 2 ORE AL MESE; e perché i “tutor sportivi” VERRANNO PAGATI 15€ L’ORA, forse lordi…

Ovviamente, per questa iperbolica cifra, il tutor sportivo dovrà “solo” curare: <<l’organizzazione metodologico/didattica, la progettazione delle attività didattiche, la programmazione e realizzazione delle attività sportive scolastiche in collaborazione con il DS, l’insegnante, il referente e i docenti di Ed. Fisica anche nel potenziamento, per effetto della L.107/2015 (…); il supporto in orario curricolare in compresenza con il docente di classe(…), la verifica delle risorse disponibili e/o la richiesta a Regioni ed Enti Locali; l’individuazione di strategie per alunni BES e con disabilità (…), in linea con il PTOF, la promozione della continuità metodologica dell’intera offerta formativa; il piano di informazione previsti dal progetto, l’integrazione delle competenze; (…) la programmazione, l’organizzazione e la presenza ai Giochi di primavera e ai Giochi di fine anni scolastico; (…) dovrà obbligatoriamente partecipare al modulo formativo e ai successivi incontri periodici incontri di formazione… non quantificati nell’impegno orario da contratto>>. Cioè gratis.

Be’, per 15€ l’ora, anche una spazzatina alle aule ci sta, no? Tanto i tutor sportivi fanno ginnastica…