Home Attualità Riapertura scuole, Azzolina: cancellerò le classi pollaio, diamo serenità agli alunni

Riapertura scuole, Azzolina: cancellerò le classi pollaio, diamo serenità agli alunni

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Sulle classi pollaio la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina non ha abdicato: è un progetto che vuole portare avanti, perché “eliminare la classi sovraffollate” è uno dei suoi obiettivi più importanti da centrare. Lo ha scritto la stessa titolare del ministero di Viale Trastevere in una lettera pubblica inviata al personale della scuola.

Serviranno anni

La proposta di ridurre a 22-23 alunni al massimo per classe, del resto, è dello stesso M5S.

“Porteremo avanti questo percorso. Così come dobbiamo immaginare e realizzare un Piano pluriennale di investimenti sull’edilizia scolastica, grazie all’impiego delle risorse provenienti dal cosiddetto Recovery Fund. Abbiamo un obiettivo preciso, da raggiungere in tempi certi: dotare il nostro Paese di scuole migliori, più sicure e funzionali alle esigenze di studentesse e studenti”.

ICOTEA_19_dentro articolo

Il sostegno prima di tutto

Azzolina ha quindi scritto che “ai nostri studenti servono certezze, e le certezze si costruiscono a partire dai loro insegnanti. E lo faremo a cominciare dal sostegno, vera emergenza su cui, con il Ministro dell’Università e della Ricerca, abbiamo impresso una prima accelerazione aumentando il numero dei posti per le specializzazioni”.

Aiutiamoli a rispettare le regole

Rivolvendosi direttamente agli studenti, la ministra ha tenuto a dire che il “primo giorno di scuola porterà con sé grandi emozioni. Anche in chi vi scrive. Ai nostri ragazzi e alle loro famiglie trasmettiamo serenità. Aiutiamoli a conoscere al meglio e rispettare le regole sanitarie, spieghiamo agli studenti e alle studentesse che la scuola ce l’ha fatta e non vedeva l’ora di accoglierli di nuovo”.

“Perché tutti noi siamo a scuola per loro. E tutti noi non vediamo l’ora di guardarli finalmente negli occhi e dire “Bentornate e Bentornati”.

Preparazione concorso ordinario inglese