Home Attualità Rientro a scuola, Azzolina rassicura i Dirigenti scolastici: “non ricadrà tutto sulle...

Rientro a scuola, Azzolina rassicura i Dirigenti scolastici: “non ricadrà tutto sulle vostre spalle”

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Intendo rassicurare i dirigenti scolastici che so essere preoccupati per le responsabilità che dovranno affrontare a settembre. Stiamo lavorando per far sì che non ricada tutto sulle loro spalle e che si possa tornare a scuola in sicurezza. Ci saranno regole chiare, realmente applicabili, e anche flessibili rispetto alle caratteristiche di ciascun istituto”.

A dirlo è la Ministra Azzolina, in Audizione in Commissione Cultura alle 13 di oggi, 21 maggio.

La chiusura delle scuole – ha proseguito – è stata operata in stretto raccordo con le autorità sanitarie, che hanno seguito con estrema attenzione, dettandone gli schemi operativi nel relativo protocollo, anche la fase di apertura, per consentire lo svolgimento dell’esame di stato in presenza. Proprio ieri, in Parlamento, il dott. Miozzo, coordinatore del CTS, ha ricordato quale sarebbe stato il rischio per la salute dei cittadini se avessimo riaperto le scuole in queste settimane. Crediamo che il suggerimento di procedere attentamente in modo graduale sia la modalità che ci consentirà di affrontare il più serenamente possibile il rientro per settembre, di cui stiamo predisponendo con cura tutte le fasi, con estrema attenzione e cautela alla fascia di età degli alunni e nel contempo anche alla situazione di supporto necessaria per le famiglie. In queste ore stiamo lavorando al Protocollo di sicurezza che sarà chiuso a breve”.

ICOTEA_19_dentro articolo

E ha concluso: “Siamo consapevoli dell’importante compito che la scuola assolve nel contesto sociale e di cui intende continuare ad occuparsi in maniera sicura e compiuta in sinergia con tutte le forze che agiscono a livello territoriale.

Nel frattempo il Governo, con la Ministra per la Famiglia, Elena Bonetti, ha messo in atto un piano per i cd. centri estivi, a cui abbiamo collaborato, che sosteniamo in pieno e che darà supporto ai genitori”.

Preparazione concorso ordinario inglese