Home Alunni Roma, la preside del Liceo Newton rinvia incontro con trans: scoppia la...

Roma, la preside del Liceo Newton rinvia incontro con trans: scoppia la polemica

CONDIVIDI

Scoppia la polemica al liceo Newton di Roma per un incontro, poi cancellato, con uno youtuber trans.

L’evento si sarebbe dovuto tenere, martedì mattina, nell’ambito della didattica flessibile, ma che è stato rinviato a data da destinarsi per problemi tecnici.

Icotea

Il relatore in programma per l’appuntamento dal titolo Trans acceptance (accettazione trans) è Richard Bourelly, noto su YouTube come Richard Thunder.

Thunder, 21 anni, quasi 10mila iscritti al suo canale, si presenta come un giovane ragazzo “transessuale da femmina a maschio”.

L’equivoco

In una nota il Gay Center accusa la preside di avere avuto un atteggiamento discriminatorio: “dopo aver cancellato l’incontro ha dichiarato che l’iniziativa non era sul mondo trans ma su droga e carcere”.

Lo Youtuber, però, ha precisato “di non avere mai fatto uso di droghe e non avere precedenti penali: la mia convocazione all’incontro era mirata esclusivamente al mio ruolo nell’associazione che dirigo e come blogger trans”.

Dalla pagina Facebook dell’associazione Azione Trans la giovane star del web minaccia querele

La dirigente scolastica parla, invece, di un equivoco.

“L’incontro non è stato annullato, ma rimandato perché i ragazzi non me lo avevano comunicato – dice Uras -. Questi incontri vanno vagliati. Il dirigente è comunque responsabile. Non ho nessun tipo di preclusione perché incontri simili ci sono già stati in passato. È stato rinviato per poterlo organizzarlo al meglio, come avvenuto per gli altri”.

“Purtroppo la preside Uras ed il Liceo Newton ritornano nuovamente alla cronaca per episodi di omo-transfobia – dichiara Fabrizio Marrazzo portavoce del Gay Center – trovo molto gravi le affermazioni della preside, che mostrano un pregiudizio su una persona trans che peraltro la dirigente scolastica non ha mai conosciuto. Ritengo che la preside si debba scusare pubblicamente con il VicePresidente di Azione Trans e debba consentire lo svolgimento dell’incontro “Trans Accepetance” richiesto dagli studenti”.