Home Attualità Sardegna, dal bianco all’arancione, tra molte zone rosse, dove chiudono le scuole

Sardegna, dal bianco all’arancione, tra molte zone rosse, dove chiudono le scuole

CONDIVIDI

La parabola della Sardegna mostra una rilevante crescita dell’incidenza dei contagi da Covid-19. Da lunedi 22 marzo la regione Sardegna con ordinanza ministeriale ha abbandonato la zona bianca per entrare direttamente in arancione, dato che le misure della fascia gialla ad oggi sono sospese e le regioni in linea teorica gialle vengono traghettate direttamente in fascia arancione.

Ma la storia non finisce qua, poiché molti comuni della Regione superano i 250 contagi per 100 mila abitanti nell’arco di una settimana e vanno in rosso, chiudendo le scuole e portando in DaD la popolazione studentesca dalla scuola elementare in su.

Icotea

Con Bono, infatti, salgono a 6 i Comuni sardi in zona rossa, messi alle strette dalla variante inglese, che ha spinto il sindaco, Elio Mulas, a firmare l’ordinanza con le ulteriori restrizioni e l’istituzione della zona rossa fino al 6 aprile.

“L’ordinanza – spiega Mulas – è stata emanata dopo una lunga discussione che ha visto protagonisti noi, ma anche il Prefetto di Sassari, il responsabile Covid per il nord Sardegna e il direttore generale dell’Assessorato della Sanità. Sappiamo di chiedere un ennesimo, dolorosissimo, sacrifico a tante famiglie e tante attività, e ci auspichiamo che la Regione ci possa supportare una volta che, terminata l’emergenza sanitaria, dovremo affrontare l’emergenza economica”.

Vaccini scuola

Peraltro, la Regione Sardegna procede con i vaccini scuola in modo non troppo spedito. Infatti, secondo il portale del ministero della salute, aggiornato al 23 marzo 2021, ore 16:45, sarebbero 5.562 le dosi somministrate al personale della scuola. Un numero che fa arrossire davanti alle cifre della Puglia (86.271 vaccinati) e della Campania (88.243).

ISCRIVITI al nostro canale Youtube

METTI MI PIACE alla nostra pagina Facebook

LEGGI ANCHE