Home I lettori ci scrivono SBC: aumentano i contagi per l’apertura delle scuole

SBC: aumentano i contagi per l’apertura delle scuole

CONDIVIDI

Chi comanda, chi governa non ha mai avuto cura di chi sta in trincea, dei pericoli e della precarietà che corre, a chi comanda interessa solo che la trincea non cada nelle mani del nemico o meglio ancora che il fronte non arretri, nel nostro caso che la scuola resti aperta comunque per esercitare il suo compito che per chi comanda resta solo è soltanto un parcheggio di bambini e ragazzi, a cui i genitori affidano i figli per poter andare al lavoro, se qualora ce ne fosse bisogno, si è capito finalmente in Italia le scuole a cosa servano. 

I dati di ieri con un record di positivi e di morti (400) dovrebbero far riflettere chi ci governa su tante cose ma soprattutto sul fatto che si è voluto aprire le scuole a tutti i costi, ora purtroppo dopo 10 giorni se ne cominciano a vedere le conseguenze, l’incremento dei contagi è dovuto anche all’apertura delle scuole, malgrado il “Generale Bianchi” sostenga il contrario. 

Icotea

La scuola non andava aperta il 10 gennaio in queste miserrime condizioni, lo avevamo detto e ripetuto come SBC dal 23 dicembre.

Questo è il terzo inverno della pandemia, e come SBC chiediamo: cosa si è fatto per ridurre il numero degli alunni nelle classi, cosa si è fatto per sdoppiare le classi, cosa si è fatto per incrementare gli organici, cosa si è fatto per dotare le scuole di presidi sanitari, cosa si è fatto per i trasporti e per differenziare gli ingressi, cosa si è fatto per dotare le classi di sistemi di ricambio dell’aria? 

La risposta a queste domande è sempre la stessa: nulla. 

Le colpe cadono su chi ci governa e ci sono dei nomi da fare: Conte e il suo secondo governo, Azzolina, Arcuri, Draghi e il suo governo, Bianchi, Figliuolo e potremmo continuare è in questo elenco mettiamo tutti coloro che in questi tre anni hanno negato il pericolo delle scuole aperte nella diffusione dei contagi.


Libero Tassella 

Associazione Scuola Bene Comune (SBC)