Home Archivio storico 1998-2013 Generico Scambi assistenti lingua straniera

Scambi assistenti lingua straniera

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Con avviso datato 7 dicembre 2001, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, ha reso noto il numero dei posti per assistenti di lingua italiana offerti da Paesi dell’Unione Europea a studenti universitari di cittadinanza italiana per l’anno scolastico 2002/2003. Sulla base, infatti, degli Accordi culturali e dei relativi Protocolli esecutivi tra l’Italia ed alcuni tra i Paesi europei di seguito indicati, vengono offerti a studenti universitari di cittadinanza italiana, posti di assistenti di lingua italiana all’estero presso scuole di vario ordine e grado.
Gli studenti devono essere iscritti almeno al quarto anno (ed immatricolati non prima dell’a.a. 1994/1995) nei corsi di laurea: "Lingue e letterature straniere moderne, Lingue e culture europee, Studi comparatistici, Interpreti e traduttori".

I posti saranno ripartiti, indicativamente, come segue nei seguenti Paesi: Austria 18, Belgio (lingua francese) 5,  Francia 189, Irlanda 3, Repubblica Federale di Germania 37, Regno Unito 24 e Spagna 10.
E’ importante evidenziare che il numero dei posti potrebbe subire delle variazioni secondo le esigenze dei Paesi ospitanti.
I partecipanti dovranno possedere, oltre a quelli su citati, i seguenti  requisiti: essere quadriennalisti nella lingua del Paese per il quale si presenta domanda; averesuperato gli esami (scritti ed orali) della lingua quadriennale del Paese per il quale si presenta domanda previsti dal piano di studi per i primi tre anni di corso; non essere già in possesso di una delle lauree sopraccitate; non essere già stati assistenti di Lingua italiana all’estero; non aver alcun rapporto di impiego o di lavoro, a qualsiasi titolo, con Amministrazioni statali o enti pubblici; essere di sana e robusta costituzione fisica, esenti da difetti o imperfezioni che possano influire sullo svolgimento dei compiti inerenti all’attività di assistente.

Coloro che prevedono di dover adempiere agli obblighi del servizio militare di leva durante il periodo di assistentato all’estero non possono presentare domanda in quanto l’assegnazione non dà diritto a rinvii.
Le domande di partecipazione, complete della documentazione prevista, redatte in carta semplice secondo lo schema dell’"Allegato A", dovranno essere presentate, pena l’esclusione, entro il 31 gennaio 2002 esi può presentare domanda, per partecipare alla selezione, per uno solo dei seguenti Paesi: Austria, Belgio (lingua francese), Francia, Irlanda, Repubblica Federale di Germania, Regno Unito e Spagna.

Al candidato, comunque, resta la possibilità di indicare, nella domanda di partecipazione, un Paese di seconda preferenza, subordinata alla prima, appartenente, però, alla medesima area linguistica. Le domande corredate della documentazione richiesta dovranno essere spedite entro il termine sopraindicato, a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno, al seguente indirizzo: Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – Dipartimento per lo Sviluppo dell’Istruzione – Direzione Generale per le Relazioni Internazionali – Ufficio IV – Viale Trastevere, 76/A – 00153 Roma. Si richiama l’attenzione su quanto esposto dall’art. 26 della legge 4 gennaio 1968, n. 15, il quale prevede che "le dichiarazioni mendaci, le falsità negli atti e l’uso di atti falsi sono puniti ai sensi del codice penale e delle leggi speciali in materia".

Le domande prive di sottoscrizione non saranno prese in considerazione.
I candidati, inoltre, dovranno allegare alla domanda di partecipazione il Formulario "Allegato B" compilato in duplice copia, firmato e completo di fotografia e il Certificato di studi universitari ovvero Dichiarazione sostitutiva della certificazione di studi universitari "Allegato C" accompagnata dalla fotocopia del libretto universitario. I candidati che non hanno effettuato l’iscrizione all’anno accademico 2001/2002, prevedendo di laurearsi entro la sessione invernale, devono allegare alla certificazione universitaria richiesta, una dichiarazione attestante la presunta data dell’esame di laurea.

Il 31 gennaio 2002 è anche la data di scadenza per la presentazione delle domande, da parte delle scuole italiane, per partecipare all’assegnazione di posti di assistenti di lingue straniere, per l’anno scolastico 2002/2003, per studenti stranieri. A comunicarlo, con circolare n. 176 del 24 dicembre 2001, è sempre il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, che ogni anno attua scambi di assistenti di lingue straniere per offrire agli studenti sia un modello di lingua viva sia l’apporto di una esperienza culturale più vicina alla loro.

Gli assistenti di lingue straniere in Italia sono studenti universitari iscritti nelle Università dei rispettivi Paesi a corsi di lingua italiana o romanza. Per l’anno scolastico 2002/2003 i posti di assistente disponibili in Italia sono i seguenti: Austria 15, Belgio 5, Francia 124, Gran Bretagna 20, Irlanda 3, Repubblica Federale di Germania 27 e Spagna 10.

Le scuole che intendano avvalersi dell’attività di assistenti di lingue straniere potranno inoltrare la relativa richiesta esclusivamente on-line, tramite apposito modulo pubblicato sul sito Intranet del Ministero dell’Istruzione, entro il 31 gennaio 2002. Non saranno prese in considerazione richieste presentate con modalità diverse da quella indicata.

Le attività e le funzioni degli assistenti di lingua straniera prevedono una compresenza del docente italiano della rispettiva lingua straniera, in quanto non può essere assegnata loro una classe.
Nella considerazione che gli assistenti devono poter attendere ai loro studi, la loro attività, nelle scuole di destinazione, si articolerà in 12 ore settimanali. La loro collaborazione, dunque, tenuto conto del limitato orario d’obbligo, dovrà essere svolta con non più di quattro insegnanti e non meno di due.

Eventuali assenze, per motivi di salute, dovranno essere giustificati con adeguata documentazione e comunicati con tempestività al Dirigente scolastico. Qualora le assenze di un assistente dovessero superare i 30 giorni durante l’anno scolastico, il dirigente scolastico dovrà dare immediata notizia alla Direzione Generale Relazioni Internazionali, Ufficio IV del Ministero dell’Istruzione.
Gli Allegati sopra citati possono essere scaricati dall’Avviso del 7 dicembre 2001 presente in "Ulteriori approfondimenti".

CONDIVIDI
Preparazione concorso ordinario inglese