Home Politica scolastica Sciopero generale, migliaia in piazza per la difesa della scuola pubblica

Sciopero generale, migliaia in piazza per la difesa della scuola pubblica

CONDIVIDI

Sciopero generale della scuola per protestare contro la riforma della scuola promossa dal governo Renzi (la legge 107 del 2015, la cosiddetta “Buona scuola”). Lo sciopero è stato promosso dai sindacati Usb, Cobas, Unicobas Scuola, Cub, Orsa, Anief e FederAta.

 

ICOTEA_19_dentro articolo

LE RAGIONI DELLO SCIOPERO – il ritiro delle deleghe alla legge 107 che peggiorano la situazione degli alunni con disabilità, rafforzano i quiz Invalsi tutti e l’alternanza scuola lavoro; un recupero salariale consistente visto che il contratto nazionale è fermo da 8 anni; maggiori investimenti per la scuola pubblica.

 

PALERMO – A Palermo, come riporta il sindacato Cobas in una nota, i sindacati hanno manifestato migliaia di insegnanti, genitori, assistenti all’handicap, studenti  nel giorno dello sciopero nazionale – indetto dai Cobas e da altre sigle sindacali-contro le politiche scolastiche del governo Gentiloni e di quelli che lo hanno preceduto. Molto alte le adesioni allo sciopero nelle scuole palermitane: oltre il 50% alla sms Palumbo di Villabate, come pure all’ICS Abba – Alighieri e all’lCS Vittorio Emanuele III che é rimasto chiuso. Numerose anche le scuole superiori che sono state disertate dagli studenti.

 

FOTO (fonte Rete dei 65 movimenti) 

 

unnamed 1

 

unnamed 2

 

unnamed 3