Home Ordinamento scolastico Scontro prof – sindacati in Trentino

Scontro prof – sindacati in Trentino

CONDIVIDI

L’alternanza scuola-lavoro è diventato terreno di scontro non solo all’interno degli istituti e tra docenti e Provincia, ma anche tra i docenti e i sindacati. Se i segretari di Cgil Cisl e Uil, con una nota unitaria, riferisce L’Adige.it, sono scesi in campo per difendere la bontà degli strumenti di alternanza tra scuola e lavoro, anche al di fuori degli istituti tecnici, i docenti sono  invece preoccupati da uno scenario in cui il rischio è quello di «snaturare l’impostazione liceale, che non è quella di avviare alla professione, ma di dare agli alunni strumenti per diventare cittadini istruiti e consapevoli» e «snaturare la funzione docente, che rischia di essere ridotta a puro compito di tutoraggio e monitoraggio», solamente per «fornire competenze già obsolete in un mercato del lavoro in continuo e veloce cambiamento impoverendo l’insegnamento disciplinare».

LA TECNICA DELLA SCUOLA E’ SOGGETTO ACCREDITATO DAL MIUR PER LA FORMAZIONE DEL PERSONALE DELLA SCUOLA E ORGANIZZA CORSI IN CUI È POSSIBILE SPENDERE IL BONUS.

Icotea

{loadposition bonus}

TUTTE LE NOTIZIE SUL CONCORSO ANCHE SU TELEGRAM!

“Capisco le preoccupazioni dei docenti, ma l’importante è puntare su scelte di qualità ed evitare che ogni istituto vada per conto suo. Le novità possono sempre spaventare, l’importante è che le cose si facciano bene e che nei licei non si confondano i tirocini con l’apprendistato, dato che sono altri gli istituti che devono puntare maggiormente all’immediato passaggio dalle aule al luogo di lavoro. Ma un primo incontro con il mondo delle professioni è fondamentale, anche negli istituti non tecnici”. Parole che sembrano destinate, tuttavia, a non convincere i docenti e il il fronte della protesta è pronto ad allargarsi.