Home Generale “Scrivere dritto su righe storte”. Un futuro migliore post Covid

“Scrivere dritto su righe storte”. Un futuro migliore post Covid

CONDIVIDI
webaccademia 2020

In considerazione del momento difficile che vive la scuola e la società nello stato di emergenza contagio Covid -19, è emersa la proposta di raccogliere pensieri, considerazioni e riflessioni personali o di gruppo classe sul tema: “Scrivere dritto su righe storte” con l’intento di socializzarle tra i ragazzi dei Consigli Comunali d’Italia.

L’impossibilità di attivare scambi e gemellaggi in presenza ha reso necessario il collegamento in videoconferenza nel corso della quale è emersa questa proposta operativa, concordata tra i Ragazzi del CCR di Zevio, in provincia di Verona ed il coordinatore dei CCR di Sicilia, preside Giuseppe Adernò.

S’intende estendere l’iniziativa a tutte le scuole e rendere i ragazzi protagonisti attivi di cittadinanza, costruendo ponti di amicizia tra studenti del Nord e del Sud, una rete di cooperazione per la ricerca del bene comune, scambi d’idee e di proposte originali provenienti da diverse regioni, in vista di un futuro migliore.

ICOTEA_19_dentro articolo

Nonostante le “righe storte” tracciate dal Covid-19, l’impegno di ogni cittadino è quello di raddrizzare il tiro e guardare avanti con prospettive di crescita e di sviluppo.

Nell’ambito dell’Educazione Civica che quest’anno sarà valutata con voto, pur nella sua trasversalità, la proposta intende essere un invito a riflettere sul momento storico che stiamo attraversando in maniera critica e attenta, pensando al futuro e come costruire una società migliore post-Covid-19.

Nell’intento di realizzare una pubblicazione che raccolga la voce dei ragazzi sull’emergenza coronavirus, le riflessioni e i lavori prodotti dai singoli o dai gruppi classe, potranno essere inviate in formato Word entro il 20 dicembre 2020 all’indirizzo e.mail [email protected]

Preparazione concorso ordinario inglese