Home Archivio storico 1998-2013 Generico Scuola Europea di Parma

Scuola Europea di Parma

CONDIVIDI
  • Credion
“E’ un obiettivo strategico che si compie in linea con i tempi dettati dalla Presidenza del Consiglio, dal Ministero dell’Istruzione e dall’Unione Europea”, ha commentato Marcello Limina, direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale per l’Emilia-Romagna.
Limina, da qualche settimana a Bologna dopo una lunga esperienza professionale alla Rappresentanza diplomatica permanente italiana presso l’Unione Europea a Bruxelles, ha aggiunto: “in pochissimi anni dall’avvio della sperimentazione, si è compiuta un’impresa assolutamente unica in Europa: la creazione della prima Scuola Europea associata al di fuori di Bruxelles e Lussemburgo, multilingue e multiculturale,  destinata ai figli dei funzionari comunitari che lavorano all’Agenzia Alimentare Europea a Parma ed anche a tutti gli altri cittadini italiani”.
Il prossimo passo per il definitivo riassetto giuridico-funzionale della scuola sarà il decreto di attuazione, a cura della Direzione generale dell’Usr e del Ministero, che consentirà il reclutamento di docenti e di personale amministrativo con i criteri previsti da Bruxelles.

Anche i nuovi locali per la Scuola – finanziati dallo Stato e dagli enti locali – dovrebbero essere pronti tra meno di due anni, contemporaneamente alla consegna della nuova sede alla stessa Autorità Alimentare Europea.