Home Attualità Scuola fino al 30 giugno? 9 su 10 dicono no. Il sondaggio...

Scuola fino al 30 giugno? 9 su 10 dicono no. Il sondaggio della ‘Tecnica della Scuola’

CONDIVIDI
  • Credion

Nove su dieci persone votano no all’ipotesi di prolungare la scuola fino al 30 giugno, e stiamo approssimando per difetto, dato che ad essere precisi si è espresso negativamente il 96% dei lettori della Tecnica della Scuola. Di fatto, un voto unanime, che raccoglie un totale di 16.348 risposte in meno di 48 ore.

Chi ha risposto?

Chi ha risposto? In maggioranza studenti, il 62,2%, a fronte di un 25,4% di insegnanti ed un 10,1% di genitori. I docenti sono oltre 4.000 quindi circa 1/4 dei rispondenti.

Icotea

Le argomentazioni

Una questione, quella del prolungamento della scuola, che si pone in relazione all’esigenza di recuperare gli apprendimenti andati persi in particolar modo nel periodo che va da marzo ad aprile 2020, quando l’epidemia aveva trovato impreparate le scuole sul fronte delle connessioni tecnologiche e della didattica a distanza.

Un tema ritornato in auge in questi ultimi giorni, a seguito di alcune indiscrezioni che attribuiscono al Premier incaricato Mario Draghi l’intenzione di valutare l’opzione prolungamento scuola, così come stava facendo la Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina.

Il fronte compatto dei no, tuttavia, che va dai sindacati ai docenti, agli alunni ed ai dirigenti scolastici, argomenta che la DaD è stata implementata in modo serio e strutturato e dunque non si è perso nulla e non vi è nulla da recuperare.

Dissentono, tra gli altri, la Fondazione Agnelli e il gruppo Condorcet, come abbiamo raccontato in un altro pezzo, ma sull’argomento si può discutere solo in linea teorica, senza dei dati seri costituiti a partire da rilevazioni scientifiche sulle competenze degli alunni e sugli apprendimenti.

Precisiamo che l’indagine è stata realizzata dalla testata giornalistica “La Tecnica della Scuola” nel periodo che va dal 9/2/2021 all’11/2/2021. Hanno partecipato 16.348 soggetti. Il sondaggio non ha carattere di scientificità: i risultati derivano da conteggi automatici.