Home Archivio storico 1998-2013 Generico Soggiorni in Italia e all’estero per i figli di iscritti all’Inpdap

Soggiorni in Italia e all’estero per i figli di iscritti all’Inpdap

CONDIVIDI
  • Credion
Per la stagione estiva 2007 sono previsti soggiorni climatici, marini o montani, in Italia (sono ammessi i giovani di età compresa tra i 7 e i 14 anni nati nel periodo compreso tra il 1° gennaio 1993 e il 31 dicembre 2000) e soggiorni all’estero per lo studio della lingua straniera, presso college localizzati nelle aree definite e per le lingue straniere indicate nel bando, che si trova sul sito internet http://www.inpdap.gov.it/ (per i soggiorni all’estero i beneficiari devono aver conseguito la promozione alla classe superiore nella sessione estiva dell’anno scolastico 2005/2006 ed essere nati dal 1° settembre 1989 al 31 dicembre 1993).
Il dettaglio analitico per fasce di età, aree geografiche di localizzazione delle strutture e numero posti si può conoscere consultando il suddetto sito internet. La durata dei soggiorni prevede turni di quindici giorni e quattordici notti.
Possono partecipare al concorso i figli e orfani di iscritti all’istituto, in attività di servizio o in  quiescenza, nonché i figli e gli orfani dei dipendenti Inpdap. Sono equiparati ai figli legittimi, i legittimati, gli adottivi, gli affiliati, i figli naturali legalmente riconosciuti o giudizialmente dichiarati e gli esposti regolarmente affidati. Sono equiparati agli orfani, i figli degli iscritti dispensati dal servizio per infermità che comporti assoluta e permanente inabilità a proficuo lavoro.
Per la partecipazione ai soggiorni climatici e di studio in Italia e alle vacanze studio all’estero, è previsto il versamento di un contributo, da parte del partecipante, composto da una quota fissa e da una variabile, calcolata in relazione alla dichiarazione Isee
(Indicatore Situazione Economica Equivalente) valida al momento di presentazione della domanda e rilasciata dall’Inps o dal Comune competente per territorio o dai Caf come previsto dal D.l.vo n. 109/1998.
Al fine dell’inserimento nell’esatta fascia di contribuzione, l’attestazione Isee deve essere presentata unitamente alla domanda. L’istanza per l’ammissione ai soggiorni climatici e di studio in Italia ed ai soggiorni all’estero deve essere redatta su appositi modelli che possono essere ritirati presso le Direzioni provinciali Inpdap o estrapolati dal sito web citato, dove viene specificata anche la documentazione da corredare alla domanda. E’ fissata al 23 febbraio 2007 la scadenza per presentare o spedire la domanda presso le Direzioni provinciali Inpdap competenti per territorio in relazione al luogo di residenza del minore. Le domande riferite ai figli dei dipendenti dell’Istituto, dovranno essere presentate presso le sedi di appartenenza del dipendente stesso.

Può essere richiesta la partecipazione ad un solo soggiorno e per un solo turno. Nel caso di presentazione di domande per i soggiorni all’estero possono essere indicate scelte opzionali alternative per la lingua di studio. Dovrà essere presentata una domanda per ogni figlio che si intende far partecipare ai soggiorni climatici in Italia o alle vacanze studio all’estero.