Home Attualità Spray urticante a scuola: un altro caso a Cremona

Spray urticante a scuola: un altro caso a Cremona

CONDIVIDI

Possiamo dire che è scattato l’allarme spray urticante al peperoncino nelle scuole. Dopo la vicenda segnalata a Pavia, che ha portato 30 studenti di una scuola superiore al pronto soccorso, anche a Cremona si è verificato un fatto del tutto simile.

Infatti, l’Azienda di emergenza urgenza riferisce di sintomi da intossicazione causati da spray al peperoncino, segnalati lunedì mattina al 118 in una scuola di Soncino, in provincia di Cremona. Cinque ragazzi, spiega una nota, sono stati portati al pronto soccorso con sintomi da intossicazione.

Come riporta il sito locale Cremonaoggi.it, si tratterebbe invece di sette persone intossicate, dove il 118 è stato chiamato intorno alle 13 dopo che alcuni studenti avevano iniziato ad accusare malesseri. Un maxi intervento che ha visto la mobilitazione di diverse ambulanze, con 20 persone che hanno dovuto richiedere le cure dei soccorritori e sette che sono state trasportate in Pronto Soccorso per intossicazione.

ICOTEA_19_dentro articolo

Sul posto sono intervenuti anche i Carabinieri di Crema, che hanno ricostruito la vicenda: la colpevole della bravata sarebbe stata una ragazzina di 14 anni, che si è giustificata dicendo che mentre mostrava lo spray a un’amica ha inavvertitamente ha premuto sull’erogatore.

 

Bussetti: “Episodio grave. Subito provvedimenti”

Già in mattinata il ministro dell’istruzione, Marco Bussetti su Facebook, aveva condannato il gesto di Pavia: “Quanto accaduto a Pavia è inaccettabile. Che dopo la tragedia di Corinaldo, qualcuno si lasci andare all’emulazione di un gesto che ha causato vittime e molto dolore è un fatto che non può essere tollerato. Abbiamo contattato la scuola. Ci saranno interventi seri”.

CONDIVIDI