Home Archivio storico 1998-2013 Generico Stanziati 114 miliardi per i corsi IFTS

Stanziati 114 miliardi per i corsi IFTS

CONDIVIDI
webaccademia 2020

I fondi sono stati stanziati dal CIPE (Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica) in applicazione della Legge 440/97 che ha assegnato 45 miliardi alle regioni del Nord e del Centro, 68 al Sud e alle Isole, più un miliardo destinato alla regione Marche.
Il piano intende riqualificare ed ampliare l’offerta formativa destinata a giovani ed adulti diplomati, disoccupati e non, nell’ambito della Formazione integrata superiore (FIS), attraverso il sistema della Istruzione e formazione tecnica superiore (IFTS). La progettazione e la realizzazione dei corsi vedrà coinvolti diversi attori operanti nel territorio regionale: università, istituti scolastici superiori, enti pubblici di ricerca, centri e agenzie di formazione professionale, imprese e associazioni di imprese, con lo scopo di creare un sistema articolato e condiviso di integrazione fra i sistemi dell’istruzione scolastica, universitaria, della formazione e il mercato del lavoro.
I competenti assessorati regionali della formazione professionale dovranno emanare al più presto i bandi (il termine era stato fissato per il 30 settembre, ma evidentemente slitterà) e il formulario per la presentazione dei progetti che dovranno essere sottoscritti congiuntamente almeno da:

  • un istituto scolastico superiore statale, avente sede nel territorio regionale;
  • un ente/centro di formazione professionale, avente sede nel territorio regionale e operante secondo le normative regionali;
  • un’università degli studi, di norma avente sede nel territorio regionale;
  • imprese o associazioni di imprese, operanti sul territorio regionale.
    I corsi saranno articolati in moduli da 2 a 4 semestri e comunque non potranno avere una durata inferiore alle 1.200 ore con una percentuale del 30% del monte ore totale da utilizzare per attività di tirocinio svolte in luoghi di lavoro congrui alla profilo professionale previsto. Almeno il 50% dei docenti dovrà essere costituito da esperti provenienti dal mondo della produzione, del lavoro, e delle professioni.
    Per quanto riguarda l’individuazione delle figure professionali da formare ci si dovrà attenere esclusivamente alla classificazione delle professioni ISTAT – metodi e norme serie C n.12 (ed. 1991) – nell’ambito del “grande gruppo di professioni” 3 – PROFESSIONI INTERMEDIE (TECNICI).
    La valutazione dei progetti sarà effettuata dai Comitati regionali di programmazione, promozione e monitoraggio e valutazione (CRP) del piano regionale IFTS, che saranno composti da rappresentanti dell’Amministrazione regionale, delle Autonomie locali (Province e Comuni), dell’Amministrazione periferica del MPI, delle Università e delle Parti sociali più rappresentative a livello regionale.

    Se desideri avere ulteriori notizie sui corsi IFTS e consultare i seguenti documenti clicca qui.

    • Sintesi del piano di riparto (Finanziamenti CIPE e L.440/97)
    • Linee guida per la predisposizione dei bandi regionali. Anno 1999/2000
    • Schema bando regionale CIPE

Preparazione concorso ordinario inglese