Home Alunni Test Invalsi per 600mila studenti di tutta Italia

Test Invalsi per 600mila studenti di tutta Italia

CONDIVIDI

La maturità riprenderà lunedì prossimo per gli studenti dell’ultimo anno della scuola secondaria di secondo grado, ma per i ragazzi dell’ultimo anno della secondaria di primo grado oggi è il turno della prova Invalsi: oltre mezzo milione (569.339 per l’esattezza) di ragazzi, dopo aver svolto in questi giorni prove scritte di Italiano, Matematica, Lingue straniere predisposte dalle proprie commissioni d’esame, secondo un calendario stabilito autonomamente dalle singole scuole, dovranno misurarsi con la prova nazionale, identica in tutta Italia, messa a punto dall’Istituto nazionale di valutazione per verificare i livelli di apprendimento raggiunti dagli studenti in Italiano e Matematica. 

Subito dopo lo svolgimento della prova le sottocommissioni procederanno alla correzione servendosi di una griglia apposita predisposta dall’Invalsi e resa pubblica, sui siti degli Uffici scolastici regionali, degli Uffici territoriali e sul sito dell’Invalsi, dalle 12.00 di oggi.

Icotea

Per rispondere ai quesiti gli alunni avranno a disposizione settantacinque minuti per ciascuna delle due materie. Dopo la sessione del 19 giugno, sono previste una prima e una seconda sessione suppletiva il 24 giugno e il 2 settembre, sempre con inizio alle ore 8.30.

Le scuole dovranno assicurare un accurato controllo, nominando due coppie di docenti per la vigilanza che dovranno insegnare unamateria diversa da quella d’esame. Nessun altro, oltre ai professori nominati quali vigilanti e al presidente, potrà essere presente nelle aule durante le prove.

L’Invalsi è solo una delle prove e fa media con tutti gli altri scritti e con l’orale. In tutto sono 7 le voci che compongono il voto finale, per cui un brutto voto alla prova Invalsi influenzerebbe solo 1/7 del punteggio.