Home Formazione iniziale TFA secondo ciclo, presentare la domanda è ancora impossibile

TFA secondo ciclo, presentare la domanda è ancora impossibile

CONDIVIDI

A cinque giorni dalla pubblicazione del bando che ufficializza l’avvio del secondo ciclo di Tfa, finalizzato a conseguire l’abilitazione all’insegnamento nelle scuole secondarie di primo e secondo grado, non si hanno ancora notizie su quando sarà possibile presentare la domanda per svolgere i test di accesso di luglio. Eppure la scadenza per inviare la domanda è stata già fissata al prossimo 16 giugno. Nello stesso articolo del bando ministeriale, il n . 4 al comma 3, l’amministrazione indica anche che “con successivo decreto direttoriale sono indicate le modalità di presentazione on line delle domande”.

Di quel decreto, però, non si hanno notizie. Ed entrare sulla piattaforma “Istanze On Line” diventa, almeno per il momento, praticamente inutile. Della domanda, da inviare all’Ufficio Scolastico Regionale prescelto, non c’è traccia.

Icotea

Allora è bene che i candidati che ancora non l’hanno fatto utilizzino questi giorni per provvedere a registrarsi ad “Istanze on line“, anche perché si tratta di un passaggio abbastanza impegnativo e non esauribile in poche ore.
Come indicato nella
guida del Miur, attraverso la registrazione si viene in possesso di Username, Password di Accesso e Codice Personale temporaneo., con la procedura di Registrazione, gli utenti ottengono le credenziali di accesso (Username, Password di accesso e Codice Personale) al Sistema Istanze Online su cui saranno resi disponibili i moduli delle domande insieme ad altri servizi a corredo.

La registrazione si compone dei seguenti passi:

Accesso alla sezione “Istanze on line – Registrazione”

Inserimento dati anagrafici e recapiti dell‟interessato (telefono, indirizzo di residenza, casella di posta elettronica ecc…)

Ricezione per posta elettronica delle credenziali di accesso (Username, Password di Accesso, Codice Personale temporaneo)

In particolare, la Username si compone di “nome e cognome” (di norma si seguono le regole dell’accesso alla casella di posta elettronica istituzionale); la Password di Accesso di un codice alfanumerico da utilizzare per l‟accesso ai Servizi on line (per gli utenti di posta elettronica istituzionale si utilizzerà la stessa password); il Codice Personale ènecessario per l‟inserimento delle istanze, viene inviato alla fine della procedura di registrazione e deve essere cambiato al primo accesso ai Servizi on line dopo l‟identificazione.

Ricezione del Modulo di adesione

Conferma della ricezione della e-mail mediante inserimento del Codice Personale temporaneo ricevuto in un‟apposita funzione della sezione “Istanze on line”

Stampa del modulo di adesione

Riconoscimento fisico presso una segreteria scolastica, Usr o un AT (l’ex Provveditorato agli studi) preposto a questo compito in funzione del procedimento amministrativo per il quale si richiede per la prima volta l‟accesso. “Il riconoscimento fisico – spiega il Miur – è essenziale per garantire l‟identificazione di chi redige istanze con strumenti informatici e la validità del documento informatico”

Sostituzione del Codice Personale temporaneo con uno di propria scelta

Conclusione della procedura di Registrazione.

Il Miur ha predisposto una validaguida operativa per l’utente, con una spiegazione che accompagna l’interessato all’iscrizione passo passo (anche attraverso pagine illustrate) finalizzata proprio alla registrazione alle “Istanze on line”.

Si tratta di una guida che condurrà, con alcuni passaggi consequenziali, direttamente alla “Stampa del modulo di adesione”. Una volta ottenuta questa stampa, il candidato si recherà presso un’istituzione scolastica o ministeriale, centrale o periferica, per effettuare il Riconoscimento fisico. Il candidato all’abilitazione potrà presentarsi, negli orari indicati da ciascuna amministrazione, presentando, oltre al modulo di adesione, la fotocopia fronte-retro del documento di riconoscimento indicato nel suddetto modulo ed il tesserino del codice fiscale (in alternativa anche la tessera sanitaria). Qualora si individuasse un’altra persona, andrà presentato anche il modulo di delega compilato e firmato dall’aspirante (come indicato nelle procedure indicate al paragrafo 4. 5. 1., con titolo “La delega”, posto sempre all’interno dellaguida operativaper la registrazione).