Home Precari Tfa sostegno, in cosa consiste la prova preselettiva e cosa studiare

Tfa sostegno, in cosa consiste la prova preselettiva e cosa studiare

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Il 18 e 19 maggio, salvo ulteriori proroghe dovute all’emergenza Covid-19, si svolgeranno le prove preselettive relative all’avvio del quinto ciclo dei percorsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno didattico agli alunni con disabilità.

Di seguito il calendario:

  • 18 maggio 2020: mattina, prove per la Scuola infanzia; pomeriggio, prove per la Scuola primaria.
    ​​​​​​​
  • 19 maggio 2020: mattina, prove per la Scuola secondaria di I grado; pomeriggio, prove per la Scuola secondaria di II grado;

I posti a disposizione sono in totale 19.585 fra scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di I e II grado. I corsi si concluderanno entro il 15 giugno 2021.

ICOTEA_19_dentro articolo

I bandi delle Università

In proposito, le singole Università hanno pubblicato i bandi per iscriversi ai corsi. In tutti i casi è previsto il pagamento di una tassa quale contributo di iscrizione. Le scadenze variano da Ateneo ad Ateneo e sono state recentemente prorogate, proprio per via dell’emergenza sanitaria in corso.

Ecco i bandi con tutte le informazioni.

In cosa consiste la prova preliminare

Il test preliminare, della durata di due ore, é predisposto autonommente da ciascuna Università.

Si compone di 60 quesiti, dei quali 20 servono a verificare sia le competenze linguistiche e il livello di comprensione di testi in lingua italiana dei candidati.

I restanti 40 quesiti sono predisposti per verificare le competenze socio-psico-pedagogiche e sono differenziate per infanzia, primaria, secondaria di primo grado, secondaria di secondo grado.

Le domande sono a a risposta chiusa, ogni quesito presenta 5 opzioni di risposta, tra queste il candidato ne sceglie una.

Cosa studiare per la preselettiva

Le prove riguarderanno le seguenti tematiche:

  • competenze linguistiche e comprensione del testo
  • competenze socio-psico-pedagogiche diversificate per grado di scuola
  • competenze su intelligenza emotiva, riferite ai seguenti aspetti: riconoscimento e comprensione di emozioni, stati d’animo e sentimenti nell’alunno; aiuto all’alunno per un’espressione e regolazione adeguata dei principali stati affettivi; capacità di autoanalisi delle proprie dimensioni emotive nella relazione educativa e didattica;
  • competenze su creatività e su pensiero divergente, riferite cioè al saper generare strategie innovative ed originali tanto in ambito verbale linguistico e logico matematico quanto attraverso i linguaggi visivo, motorio e non verbale;
  • competenze organizzative in riferimento all’organizzazione scolastica e agli aspetti giuridici concernenti l’autonomia scolastica: il Piano dell’Offerta Formativa, l’autonomia didattica, l’autonomia organizzativa, l’autonomia di ricerca e di sperimentazione e sviluppo, le reti di scuole; le modalità di autoanalisi e le proposte di auto-miglioramento di Istituto; la documentazione; gli Organi collegiali: compiti e ruolo del Consiglio di Istituto, del Collegio Docenti e del Consiglio di Classe o Team docenti, del Consiglio di Interclasse; forme di collaborazione interistituzionale, di attivazione delle risorse del territorio, di informazione e coinvolgimento delle famiglie. Compito e ruolo delle famiglie.

Ecco un esempio di prova preselettiva

TUTTO SUL TFA SOSTEGNO 2020

Vuoi prepararti alle prove d’accesso del prossimo corso sostegno 2020? Scopri l’offerta formativa di Tecnica della Scuola Formazione (CLICCA QUI)

Preparazione concorso ordinario inglese