Home Precari Tfa sostegno, quali sono i requisiti per partecipare

Tfa sostegno, quali sono i requisiti per partecipare

CONDIVIDI

E’ atteso a breve il nuovo ciclo del Tfa sostegno 2020. In palio ci saranno 14 mila posti per diventare insegnante di sostegno.
La domanda di chi si approccia a questo tema e intende specializzarsi sul sostegno è: Ma quali sono i requisiti per partecipare? Lo spieghiamo in questo articolo.

Tfa sostegno 2020, i requisiti per partecipare

Al corso sostegno 2020 potranno accedere chi è in possesso dell’abilitazione all’insegnamento o in alternativa la laurea magistrale accompagnata dai 24 CFU nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche, come riporta il decreto legislativo 59/2017 all’articolo 5, comma 1 e 2, garantendo comunque il possesso di almeno sei crediti in ciascuno di almeno tre dei seguenti quattro ambiti disciplinari: pedagogia, pedagogia speciale e didattica dell’inclusione; psicologia; antropologia; metodologie e tecnologie didattiche.

ICOTEA_19_dentro articolo

Al corso sostegno 2020 potranno partecipare anche gli ITP con il diploma: “I requisiti previsti dall’articolo 5, comma 2, del decreto legislativo n.59/2017 per i posti di insegnante tecnico – pratico sono richiesti per la partecipazione ai percorsi di specializzazione sul sostegno banditi successivamente all’anno scolastico 2024/2025. Sino ad allora rimangono fermi i requisiti previsti dalla normativa vigente in materia di classi di concorso”.

Tfa sostegno 2020: gli idonei del 2019 entreranno in soprannumero

Bisogna tuttavia ricordare, come sottolineato dal sottosegretario Azzolina, gli idonei del Tfa sostegno 2019 parteciperanno in soprannumero al prossimo corso sostegno, rispettando quindi quanto stabilito dal DM 92/2019.
L’articolo 4, comma 4 del decreto prevede infatti: “Sono altresì ammessi in soprannumero ai relativi percorsi i soggetti che, in occasione dei precedenti cicli di specializzazione:
a. abbiano sospeso il percorso ovvero, pur in posizione utile, non si siano iscritti al percorso;
b. siano risultati vincitori di più procedure e abbiano esercitato le relative opzioni;
c. siano risultati inseriti nelle rispettive graduatorie di merito, ma non in posizione utile.

I succitati docenti, dunque, non sosterranno le summenzionate prove e saranno ammessi in soprannumero ai percorsi di specializzazione, idonei compresi”.

In totale, il prossimo ciclo di Tfa sostegno 2020 prevede 14 mila posti distribuiti in tutta Italia. A questi, dunque, si devono aggiungere proprio gli idonei Tfa sostegno 2019, che potrebbero arrivare a circa 7 mila posti.

Nelle prossime settimane si attendono chiarimenti da parte del Ministero dell’Istruzione.

Vuoi prepararti alle prove d’accesso del prossimo Tfa sostegno 2020? Scopri l’offerta formativa di Tecnica della Scuola Formazione (CLICCA QUI)

 

Normativa di riferimento Tfa sostegno

Leggi anche

Tfa sostegno, come funziona il corso di specializzazione