Home Mobilità Trasferimenti al Nord, no di Forza Italia alla collocazione su sostegno senza...

Trasferimenti al Nord, no di Forza Italia alla collocazione su sostegno senza specializzazione

CONDIVIDI
  • GUERINI

Coprire i posti di sostegno con docenti curricolari è “una scelta molto discutibile è grave che penalizza le studentesse e gli studenti con disabilità”.

A sostenerlo è deputata Elena Centemero, responsabile nazionale Scuola e università di Forza Italia, che condanna, quindi, il “raggiunto accordo tra i sindacati ed alcune direzioni scolastiche regionali che, per riportare tutti i docenti immessi in ruolo con la buona scuola vicino a casa, ed evitare i trasferimenti in altre regioni” hanno permesso di “ampliare la tipologia e di conseguenza anche il numero dei posti disponibili per le utilizzazioni annuali”.

Icotea

Secondo Centemero è errato “scongiurare il cosiddetto esodo dei docenti” collocandolo su “tanti posti di sostegno privi di titolari con titolo specifico”. In questo modo, “si evidenziano tutte le criticità della legge 107 come, a suo tempo, abbiamo messo in evidenza”.

“Per diminuire l’impatto negativo sui docenti, si crea un problema gravissimo: a ricoprirei posti di sostegno – osserva – saranno docenti senza preparazione specifica in questo settore.
Ci vogliono i corsi, di solito organizzati dall’Università, che non hanno ancora bandito i nuovi TFA per il sostegno. Chiediamo alla Ministra che venga evitato questo grave danno per le nostre ragazze e ragazzi con disabilità. Lascuola deve avere al centro le alunne e gli alunni e non i posti di lavoro”, conclude Centemero.

 

{loadposition eb-valutare}

 

 

{loadposition facebook}