Home Archivio storico 1998-2013 Estero Turchia, dietro l’evasione scolastica docenti poco qualificati

Turchia, dietro l’evasione scolastica docenti poco qualificati

CONDIVIDI
  • Credion
In Turchia si conferma la tendenza dei giovani tra i 15 ed i 19 anni ad abbandonare l’istruzione superiore, sebbene spesso non vi siano alternative valide o motivazioni forti: dopo le denunce dei mesi scorsi, uno studio realizzato dall’Università locale “Sabanci” conferma che circa la metà dei giovani poco più che adolescenti esce dal sistema istruzione senza aver terminato il ciclo di studi.
Una delle variabili nuove, espresse da questa ricerca, è che tra le cause dell’evasione scolastica non vi sarebbero solo il degrado sociale e le condizioni economiche pessime delle famiglie: a spingere gli studenti a lasciare la scuola sarebbe anche “la mancanza di insegnanti qualificati e che non fanno nulla per impedire la fuga dagli istituti”. E se gli insegnanti si comportano in questo modo c’è davvero poco da fare: “molto spesso – sottolinea il report – è infatti la stessa famiglia, che ha gradi di istruzione infimi, a favorire l`abbandono degli studi”.

Il numero di ragazzi che in meno di due anni, fra il 2008 e il 2009, avrebbe abbandonato la scuola superiore sarebbe altissimo: 360mila. Tre su quattro lo hanno fatto quasi subito, quindi durante il primo anno scolastico. L’ Università “Sabanci” ha anche confermato che l’abbandono scolastico è seguito solo in rari casi dall’ingresso nel mondo del lavoro, soprattutto quando si parla di donne, che restano a casa nel 50% dei casi. Molto di loro sono destinate, sebbene giovanissime, al matrimonio.