Home I lettori ci scrivono Tutela docenti utilizzati nei licei con servizio di almeno 360 giorni

Tutela docenti utilizzati nei licei con servizio di almeno 360 giorni

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Il Coordinamento dei Docenti Utilizzati nei LICEI MUSICALI, spontaneamente costituitosi in seguito alla pubblicazione del CCNI Mobilità 2016/17, al fine di tutelare gli studenti del Liceo Musicale ed evitare che venga dispersa la specifica professionalità acquisita in questi anni dai docenti che in esso hanno continuativamente operato, considerato che la sequenza contrattuale prevista dal contratto mobilità 2016 è stata interrotta perché il MEF non ha autorizzato la costituzione in organico di diritto delle cattedre nei Licei Musicali, fa all’uopo rilevare che: la decisione di non consentire il passaggio di ruolo o di cattedra sui Licei Musicali è una decisione grave, che rende palese come la nascita e la gestione dei licei musicali sia stata finora frutto di inadeguatezza organizzativa.

Gli effetti di questa inaspettata decisione, che sconfessa sostanzialmente il contratto sulla mobilità 2016/17 firmato da ben 4 sigle sindacali, saranno molto negativi sia per gli alunni che per i docenti, se non si porranno immediati rimedi alla situazione creatasi. Oltre ai problemi didattici di cui si è già ampiamente discusso nei mesi scorsi, per i docenti in attesa di passaggio di ruolo o di trasferimento, i danni lavorativi che si determineranno con la non approvazione dei posti in organico di diritto per il prossimo a. s., saranno rilevanti: il concorso a cattedre è, allo stato, a posti zero; senza organico di diritto non ci potranno essere gli attesi e richiesti Pas o Tfa; senza i posti lasciati liberi dagli utilizzati i trasferimenti e i passaggi di cattedra nella scuola di I grado saranno notevolmente ridotti, con conseguente perdita della possibilità (prevista peraltro come deroga solo per questo a. s., di avere la titolarità su sede e non su ambito; la non possibilità di ottenere il passaggio di ruolo sui licei pone un’analoga problematica di titolarità (sede o ambito?) per i docenti a cui sarà consentito, nel prossimo anno scolastico presumibilmente, di chiedere il passaggio.

Crediamo che qualche spazio per la trattativa ci sia ancora, almeno per chiarire i summenzionati aspetti critici, e porre fine alle irragionevoli disparità di trattamento che andiamo di seguito a riassumere:

ICOTEA_19_dentro articolo
  1. Docenti di ruolo pluri-abilitati e titolari nelle classi musicali affini (A031, A032 e A077) utilizzati ininterrottamente da molti anni nei licei musicali a cui è stato INTERDETTO sia il Passaggio di ruolo/cattedra, sia il concorso bandito nel 2016 per le nuove classi di concorso dei Licei Musicali.

  2. Docenti precari privi di abilitazioni nelle classi musicali affini ma nominati con incarichi annuali e quindi con diversi anni di servizio a cui è stato INTERDETTO sia il concorso -perché non abilitati – sia un percorso abilitante (PAS o TFA) perché mai istituiti dal MIUR.

  3. Al contrario, docenti precari abilitati nelle classi musicali affini che hanno potuto partecipare al concorso in modo ESCLUSIVO pur essendo PRIVI DI ABILITAZIONE SPECIFICA PRESCRITTA DAL BANDO, perché inesistente di fatto in quanto di nuova istituzione, e SOPRATTUTTO senza aver maturato un giorno di servizio specifico Licei Musicali.

Ci permettiamo quindi di CHIEDERE alle Nostre Istituzioni un impegno mirato attraverso un provvedimento che metta fine a questo disordine legislativo anche per escludere a priori il solito ricorso agli organi giudiziari con tutti i risvolti negativi per l’Amministrazione.

A partire dalle prossime procedure di mobilità per l’anno scolastico 2017-18, i docenti con contratto a tempo indeterminato, abilitati in una delle seguenti classi di concorso A031, A032 e A077, possono chiedere – con priorità assoluta – il passaggio di cattedra e/o di ruolo per le discipline di indirizzo su tutti i posti disponibili entro l’anno scolastico 2016-17 presso i Licei Musicali, se in possesso di tutti i seguenti requisiti (FASE A):

  • titolo di accesso alle nuove classi di concorso istituite ai sensi del D.P.R. 14 febbraio 2016, n. 19 All. A;

  • servizio specifico nei Licei musicali sperimentali ed ordinamentali per almeno 360 gg. entro l’anno scolastico 2015-16, prestato sul posto corrispondente ad una delle nuove classi di concorso per la quale si chiede il passaggio professionale;

  • utilizzazione – al momento dell’ entrata in vigore della presente Legge – presso i suddetti Licei, sul posto per il quale si chiede il passaggio professionale.

Tutti i docenti che chiedono il passaggio professionale tramite la succitata Fase A sono graduati secondo i punteggi previsti dalla tabella di valutazione del CCNI della mobilità professionale. Al fine di garantire la continuità didattica e per tutelare la professionalità acquisita, il passaggio di cui innanzi comporta l’acquisizione della titolarità su sede scolastica ed è effettuato a livello provinciale e con priorità assoluta sull’ultimo posto occupato tramite l’utilizzazione di cui all’art. 6 bis del CCNI per l’a.s. 2016/17.

Al termine della suddetta Fase A, riservata in via esclusiva ai docenti in possesso dei requisiti di cui sopra, gli ulteriori posti residui disponibili sono destinati ai vincitori del concorso bandito ai sensi del D.D. 106/16, fino ad esaurimento delle graduatorie nazionali di merito (FASE B). 

Per i docenti con contratto a tempo determinato con almeno 360 gg. di servizio specifico nei Licei Musicali verranno istituiti, entro l’anno scolastico 2018-19, percorsi abilitanti per le nuove classi di concorso delle discipline ad indirizzo con una riserva di posti per i docenti già abilitati nelle classi A031, A032 e A077.

Preparazione concorso ordinario inglese