Home I lettori ci scrivono Un buffone di nome Renzi, alias Mr. Bean

Un buffone di nome Renzi, alias Mr. Bean

CONDIVIDI

Ci sono momenti in cui bisogna mettere da parte la retorica e perfino la buona educazione, perché quando chi ci governa, Renzi e i suoi ministri mediocri, commettono atti illegittimi, calpestando la Costituzione della Repubblica italiana, allora la nostra coscienza morale ci impone di arrabbiarci e di prendere posizione in difesa dei nostri sacrosanti diritti Renzi, sta solo perdendo tempo, mostrando la sua vera essenza: ossia tutelare solo gli interessi dei poteri forti, banche e confindustria, per non parlare della bce.

Nulla sta facendo contro la corruzione, nulla sta facendo contro gli sprechi degli enti statali parassitari carrozzoni clientelari della politica, nulla sta facendo per riformare il fisco, nulla sta facendo per sanare una scellerata riforma delle pensioni la cui legge Fornero la più ingiusta e miserabile delle riforme al limite della illegalità, riforma spietata ai danni della povera gente, il signor Renzi nulla sta facendo contro le pensioni d’oro, insomma la lista d i quello che questo guitto della ruota della fortuna non sta facendo è lunga.

Icotea

Invece quello che questo Governo sta facendo bene è smantellare la scuola pubblica, Renzi e i suoi sottosegretari del nulla, stanno dimostrando di accanirsi in modo vergognoso contro la scuola pubblica e contro i docenti italiani, quello che Renzi vuole fare in realtà è applicare il jobs act al mondo della scuola e con una riforma fascista senza precedenti, sta tentando di sovvertire e stuprare i principi fondamentali dei docenti italiani, il Ddl della scuola renziana, è una oscenità inaccettabile e inemendabile, di fronte a dichiarazioni improvvisate, che rasentano il comico e il grottesco, dei suoi sottosegretari rappresentanti del nulla più totale, mi riferisco alle Puglisi, alle Ghizzoni, ai Faraone ecc ecc, si acuisce la mia ulcera al solo nominare questa gente rappresentante del vuoto cosmico siderale, bisogna solo prendere atto che in Italia la democrazia è davvero in crisi, è arrivato il tempo di agire e fermare questo personaggio non eletto dal popolo, prima che i danni siano e diventano irreversibili, questo Parlamento di nominati, da una legge elettorale incostituzionale, non ha il diritto di cambiare il paese in nome di “niente”. Questo Parlamento è lo specchio dei rappresentanti del Nulla.