VIDEO – Nomine di supplenza da GaE e GPS: le risposte alle domande dei lettori

CONDIVIDI
  • Credion

Ritorna l’appuntamento settimanale con la rubrica “A domanda risponde” curata dal prof. Lucio Ficara, esperto di normativa scolastica. Una serie di risposte alle domande poste dai lettori sulla questione delle nomine di supplenza da GaE e GPS.

DOMANDA n. 1

Non ho preso servizio dopo avere ricevuto la nomina per la supplenza annuale, cosa mi accadrà?

RISPOSTA

Rinunciare a prendere servizio dopo avere ricevuto la nomina, significa perdere la possibilità di ricevere altre supplenze sia sulla base delle GAE che delle GPS, nonché sulla base delle graduatorie di istituto, per il medesimo insegnamento.

DOMANDA n. 2

Nelle preferenze della domanda per le supplenze ho messo un comune X, ma sono stata scavalcata da chi aveva punteggio inferiore ed ha scelto la preferenza puntuale Y di una scuola del comune X. È una procedura corretta?

RISPOSTA

La priorità di preferenza poteva avvenire solo in caso l’aspirante con minore punteggio fosse in possesso di una precedenza, come per esempio l’art.21 della legge 104 ed avesse avuto una posizione di graduatoria tale da avere diritto ad una cattedra, altrimenti non sarebbe stato possibile precedere sulla preferenza puntuale Y di una scuola del comune X, il docente con maggiore punteggio che ha espresso preferenza sintetica del comune X.

DOMANDA n. 3

Cosa spetta a coloro che pur inserendo tutte le preferenze possibili non hanno ricevuto, dalle GaE o GPS, nessuna nomina di supplenza o spezzone?

RISPOSTA

Intanto potranno partecipare alle convocazioni informatizzate da parte dei dirigenti scolastici per le supplenze brevi o fino al termine delle lezioni, ma potranno lasciare tali supplenze nel caso venissero nominati da ulteriori convocazioni dalle GaE o GPS.