Home Archivio storico 1998-2013 Generico Zafferana Etnea, Premio Brancati 2007

Zafferana Etnea, Premio Brancati 2007

CONDIVIDI
  • Credion

In particolare, mercoledì 26 settembre, nel pomeriggio al Monastero dei Benedettini di Catania e, successivamente, da giovedì 27 a sabato 29 a Zafferana Etnea (CT), si svolgeranno i lavori del convegno “Sicilia e Mediterraneo tra Oriente e occidente. Storia, cultura, letteratura”, organizzato nell’ambito del premio letterario “Brancati Zafferana”.
Mercoledì (ore 17.30, presso l’Auditorium del Monastero dei Benedettini), gli interventi dei docenti Giuseppe Giarrizzo (professore emerito dell’Università di Catania e Accademico dei Lincei) e Raffaele Pinto (Università di Barcellona) sul tema “Il significato ideologico nella produzione della Scuola poetica siciliana: elementi cristiano-musulmani e utopia della modernità”; Joseph Eynaud (Università di Malta) interverrà su “Sicilia e Malta a metà Settecento nel diario di viaggio della nobildonna Maria Felice Colonna Buccheri”; Marina Paino (Università di Catania), parlerà su “Mille e una notte in Sicilia: Vittorini, Sciascia, Bufalino”. 
Interverrà, inoltre, il sovrintendente per i Beni culturali e ambientali di Catania Gesualdo Campo su “Retaggi d’Oriente bizantino e musulmano nell’architettura religiosa della conquista e della prima Contea normanna in Val Demone”.
Il convegno proseguirà anche giovedì 27 settembre (alle ore 17.30) nell’auditorium di Zafferana.
I lavori saranno coordinati, in questa occasione, dal prof. Joseph Eynaud (Università di Malta). 
Sono previsti gli interventi dei docenti Mario Mazza (Università “La Sapienza” di Roma) sul tema “Un mare che unisce. La Sicilia e il Mediterraneo nella Tarda Antichità”; a seguire il prof. Damla Demirözü (Università di Ankara) relazionerà sul tema “L’Italia vista dai Turchi” e infine il prof. Valter Pintu (Università di Catania) terrà una relazione dal titolo “Verso Sud. Tracce della maniera moderna nei dipinti della Sicilia orientale”. Seguirà un omaggio a Rosa Balistreri da i “cantiriterra”, dal titolo “Quannu ju moru faciti ca nun moru”.
La giornata proseguirà con l’intervento di Caterina Papatheu (Università di Catania): “Aspettando i barbari: il Mediterraneo tra greci e turchi in età moderna”, seguirà Marco Miano (Università di Catania) su “Testimonianze linguistiche della presenza iranica nel bacino mediterraneo”, infine, Vladimir Di Prima curerà la proiezione del cortometraggio “Shalev hu haiam” con Lucio Dalla e Lando Buzzanca.
Venerdì 28 settembre, alle 17.30, il prof. Mario Mazza (Università “La Sapienza” di Roma) e il prof. Maurice Aymard (École des Hautes Études en Sciences Sociales di Parigi) coordineranno gli interventi dello scrittore e giornalista Igor Man e di Khaled Fouad Allam (Università di Trieste) sul tema: “Le problematiche dell’interculturalità nel bacino del Mediterraneo”. A seguire la giornalista Elvira Seminara intervisterà Franco Battiato sul tema “Note arabe nella musica contemporanea”.
Concluderanno i lavori i docenti Paolo Militello (Università di Catania) e Francesco Russo (Università “Mediterranea” di Reggio Calabria) e il poeta Titos Patrikios intervenendo su “La voce di un poeta contemporaneo dalla Grecia alla Sicilia”.
L’ultimo giorno, sabato 29 settembre, sarà riservato alla cerimonia di premiazione Alla serata, condotta dall’attore Neri Marcorè, parteciperanno i “Radiodervish in trio”.
A margine della manifestazione, dal 22 al 29 settembre, sarà allestita inoltre, nell’Auditorium di Zafferana, la mostra etnografica “Islam arte e cultura”, a cura dell’associazione Etnocult.