Home Sicurezza ed edilizia scolastica 4 interventi che deve fare un DS se la sua scuola non...

4 interventi che deve fare un DS se la sua scuola non ha le certificazioni di legge

CONDIVIDI

Gli episodi di crolli accaduti negli ultimi anni, dove spesso emergevano gravissime criticità strutturali degli edifici scolastici coinvolti, consente di individuare 4 strategie di intervento (come è stato relazionato in un convegno sulla sicurezza svoltosi a Torino nel 2011), che possono essere adottate da un Dirigente scolastico per alleggerire la sua posizione di responsabilità.

In pratica si tratta di:

Icotea
  1. Proporre agli enti proprietari la stesura di una convenzione o protocollo d’intesa per coordinare gli aspetti di proprietà e gestione e l’individuazione di un interlocutore specifico (ad esempio RSPP dell’ente)
  2. Condividere le procedure (es. modello concordato di scheda d’accesso agli edifici per la manutenzione)
  3. Organizzare le scuole in rete in modo da costituire un fronte comune per le richieste e gli adempimenti
  4. Richiedere i singoli interventi necessari, e ripetere almeno annualmente o ogni sei mesi l’istanza d’inoltro alla scuola delle certificazioni sulle strutture e sugli impianti aggiungendo anche le richieste di programmare e di effettuare con riscontro i controlli periodici e gli interventi di manutenzione periodica necessari per mantenere l’edificio in buone condizioni e per prevenire rischi concernenti situazioni non rilevabili al controllo visivo del personale scolastico.

{loadposition facebook}