Home Archivio storico 1998-2013 Generico “Acciaio Amico”

“Acciaio Amico”

CONDIVIDI
  • GUERINI

L’iniziativa Acciaio Amico… scuole e creatività, promossa dal "Consorzio nazionale per il riciclo e recupero degli imballaggi d’acciaio", è articolata in diverse fasi. Nel mese di gennaio, rappresentanti del Consorzio si recheranno nelle scuole per spiegare l’importanza della raccolta differenziata degli imballaggi in acciaio. Ciascun alunno riceverà un kit didattico (depliant, libri e videocassette) che lo aiuterà a comprendere con maggior precisione tutte le problematiche legate a questo tema.
Il 26 gennaio, i docenti delle classi che aderiscono al progetto parteciperanno ad una giornata di formazione sulle tematiche ambientali legate al riciclaggio. Successivamente, entro la fine di marzo, le scuole dovranno realizzare una campagna pubblicitaria di sensibilizzazione alla raccolta differenziata degli imballaggi in acciaio.
I lavori realizzati saranno esposti a Napoli in una mostra allestita presso il Maschio Angioino. Spetterà ad un’apposita giuria scegliere l’elaborato che il "Consorzio nazionale per il riciclo e recupero degli imballaggi d’acciaio" premierà come vincitore del concorso. Nel corso della "festa di premiazione", che si svolgerà il 23 aprile 2004, saranno conferiti, inoltre, numerosi premi speciali, che prevedono l’assegnazione di computer e libri nonché gite scolastiche in oasi ambientali, ecc.
Puntando sulla creatività dei ragazzi, il concorso, giunto alla terza edizione (le prime due hanno coinvolto, in ordine cronologico, prima le scuole di Genova e poi quelle di Parma e di Reggio Emilia), intende raggiungere e sensibilizzare anche le famiglie sul tema della raccolta differenziata.
L’iniziativa, quest’anno, si avvale del patrocinio della regione Campania, della provincia e del comune di Napoli. Per maggiori informazioni rivolgersi a Roccandrea Iascone (responsabile organizzativo di "Acciaio Amico") telefonando allo 010/5953819 (fax 010/5956907) o inviando una e-mail al seguente indirizzo di posta elettromica:
[email protected] (cliccabile da "Ulteriori approfondimenti").