Home Generale Accordo Commercialisti – Miur in Campania

Accordo Commercialisti – Miur in Campania

CONDIVIDI
  • Credion

Il presidente dell’Ordine dei dottori commercialisti ed esperti contabili di Napoli ha firmato il primo protocollo d’intesa con l’Ufficio scolastico regionale per la Campania. Un modo per avvicinare i ragazzi alle professioni. Siglando l’accordo ha infatti detto: “Il protocollo d’intesa tra i commercialisti e l’ufficio scolastico regionale della Campania è un grande passo in avanti, che ci permette di abbattere le barriere che separavano gli studenti dalle categorie professionali. Gli istituti, insomma, si aprono finalmente e concretamente al mondo economico: insieme Miur promuoveremo numerose attività nell’ambito dell’orientamento universitario e dell’alternanza scuola-lavoro a favore degli studenti. L’obiettivo finale è favorire la formazione di competenze professionali aggiornate capaci di rispondere alle esigenze della pubblica amministrazione. In questo modo i ragazzi avranno modo di studiare la professione, una cosa che non troveranno in alcun libro di scuola, ed intravedere il futuro attraverso una riflessione saggia e guidata, con obiettivi ben precisi”.

 

LA TECNICA DELLA SCUOLA E’ SOGGETTO ACCREDITATO DAL MIUR PER LA FORMAZIONE DEL PERSONALE DELLA SCUOLA E ORGANIZZA CORSI IN CUI È POSSIBILE SPENDERE IL BONUS.

Icotea

{loadposition bonus}

 

 “Il Protocollo d’intesa, di durata triennale, è il primo passo di una rete che vogliamo tessere per il futuro dei nostri ragazzi – ha evidenziato invece la direzione dell’Usr-. La Legge 107 ha sancito che il percorso degli studenti non deve essere soltanto teorico ma anche abbinato al mondo del lavoro: noi oggi mettiamo in pratica queste indicazioni, permettendo ai ragazzi di formarsi in maniera completa”. “Con la firma del Protocollo continua l’attività di avvicinamento dell’Ordine dei commercialisti alle istituzioni pubbliche. Oggi rafforziamo un percorso iniziato anni fa, cercando di coinvolgere il maggior numero possibile di realtà scolastiche della provincia di Napoli”.