Home Archivio storico 1998-2013 Generico “Ad cathedram”, tra ironia e divertimento

“Ad cathedram”, tra ironia e divertimento

CONDIVIDI

Il titolo riassume le diverse sfaccettature di un atteggiamento positivo che l’autore ha verso l’insegnamento: un docente che pensa di avere ancora qualcosa da dire ai ragazzi, che crede nell’importanza del suo lavoro e perciò insiste a procedere contromano rispetto alla tendenza "ex cathedra" di tanti colleghi ansiosi di scapparsene in pensione.
"Ad cathedram" indica anche la direzione verso la quale guardano gli studenti durante la lezione e il punto d’incontro degli alunni con il prof nella quotidianità della vita scolastica.
In occasione del rinnovo dell’abbonamento per l’anno scolastico 2004/2005, la Casa editrice ha pensato bene farne omaggio anche agli abbonati del bimestrale "ScuolaInsieme".

Nicola Bruni è nato a Roma nell’ottobre del 1941. Insegnante di lettere nella scuola media Mommsen di Roma, ha pubblicato oltre quattromila articoli, su quotidiani e riviste, fra i quali Avvenire e Il Giorno. E’ autore anche di 120 voci di linguistica della Grande Enciclopedia Curcio (1966/68) e di alcuni saggi. Dal 1997 cura, per il quindicinale La Tecnica della Scuola, una rubrica dalla quale è tratto il contenuto del presente volumetto.

Icotea