Home Politica scolastica Adeguamento organici ATA, Cisl Scuola: consistenze insufficienti

Adeguamento organici ATA, Cisl Scuola: consistenze insufficienti

CONDIVIDI

Il Miur con circolare n. 32989 del 20 luglio 2018 ha dato indicazioni in merito all’adeguamento dell’organico del personale ATA alle situazione di fatto. Da qualche giorno, sono attive le funzioni che permettono eventuali adeguamenti. Si tratta di una circolare il cui contenuto come rileva la CISL SCUOLA “ricalca quello dello scorso anno.

Relativamente alla tabella con indicazione dell’obiettivo assegnato ad ogni regione, si passa da un O.D. di 203.398 posti a un O.F. di 208.580 con una differenza di 5.182 posti”. L’adeguamento, come ribadisce la stessa circolare MIUR ha la finalità di garantire ed assicurare la funzionalità ed efficienza dei servizi scolastici, che non sia stato possibile assicurare in sede di definizione dell’organico di diritto”.

Icotea

Da una prima analisi però dal sindacato di Elena Gissi si evidenzia come “le consistenze siano comunque insufficienti a garantire la funzionalità dei servizi ATA”.

Per essere concreti fra i vari rischi di disservizi che potrebbero verificarsi vi è l’eventualità tutt’altro che remota di trovare molti plessi sprovvisti di un collaboratore scolastico.

Cercando di fare le pulci alla tabella, si può prendere ad esempio a riferimento la Calabria dove a fronte degli oltre trecento posti ATA utilizzati nel decorso a.s.17 /18 oggi ne vengono assegnati alla Calabria solo 104 come Organico di Fatto.

TABELLE 

CIRCOLARE