Home Archivio storico 1998-2013 Generico Adempimenti privacy, nuovo rinvio

Adempimenti privacy, nuovo rinvio

CONDIVIDI
webaccademia 2020
Il Consiglio dei ministri ha prorogato dal 31 dicembre 2005 al 31 marzo 2006 il termine per l’adozione del Dps (Documento Programmatico sulla Sicurezza) obbligatorio per tutti i soggetti che trattano dati personali e sensibili. Sono stati anche approvati i seguenti ulteriori rinvii alle date di scadenza di alcuni adempimenti in tema di “privacy”: 31 marzo 2006, Misure Minime di sicurezza “nuove”; 30 giugno 2006, documento con data certa per il rinvio della applicazione di alcune Misure Minime “nuove”; 28 febbraio 2006, regolamento sui dati sensibili (riguarda solo il settore pubblico).
La decisione è contenuta in un decreto-legge, denominato “milleproroghe” come altri che lo hanno preceduto. Il testo dovrà essere convertito in legge dal Parlamento, ma nel frattempo è immediatamente esecutivo.
Le Misure Minime di sicurezza cosiddette “nuove” si distinguono dalle “vecchie” in quanto queste ultime erano già state definite del Dpr n. 318/99, che il D.L.vo. n. 196/2003 (Codice della Privacy) ha mantenuto valide aggiungendone di “nuove”. Le “vecchie” – relative al Dpr 318/99 – non hanno subito alcuna proroga e dovevano essere già state adottate, pena le sanzioni previste.

Una ulteriore proroga, invece, è stata concessa per le Misure Minime “nuove” (tra cui la stesura del Documento Programmatico sulla Sicurezza previsto dal Codice della privacy); per quanto concerne quelle non assolte per ragioni di strumentazione elettronica non aggiornata, occorre descrivere le ragioni ostative all’adeguamento di tali misure in un documento a data certa da conservare presso la struttura di competenza.

CONDIVIDI
Preparazione concorso ordinario inglese