Home Attualità Alternanza scuola-lavoro, l’Italia impari dalla Germania

Alternanza scuola-lavoro, l’Italia impari dalla Germania

CONDIVIDI

Sugli stage aziendali, l’Italia farebbe bene ad imparare dalla Germania, dove il cosiddetto “sistema duale” è già realtà da mezzo secolo.

Partendo da questo assunto, la Camera di Commercio Italiana per la Germania (ItKam) e la Camera di Commercio di Firenze, hanno organizzato una intera giornata dedicata all’alternanza scuola: si svolgerà a Firenze, che per l’occasione diventerà il laboratorio di quella che per l’Italia è una innovazione scolastica in molti casi (soprattutto per i licei) ancora da decifrare.

ICOTEA_19_dentro articolo

Il capoluogo toscano ospiterà giovedì 3 dicembre la terza edizione del Forum economico italo-tedesco dal titolo “Eccellenze e formazione per un’Europa più giovane e competitiva”, organizzato da. Alla giornata di lavori parteciperanno il ministro dell’istruzione Stefania Giannini, l’ambasciatore tedesco in Italia Susanne M. Wasum-Rainer, il presidente di Unioncamere Ivanhoe Lo Bello, il presidente di ItKam Emanuele Gatti, il presidente della Camera di Commercio di Firenze Leonardo Bassilichi, il sindaco di Firenze Dario Nardella, il sottosegretario all’istruzione Gabriele Toccafondi, l’assessore regionale alla formazione Cristina Grieco, il vicesindaco di Firenze Cristina Giachi, il rettore dell’Universita’ di Firenze Luigi Dei, i rappresentanti di scuole e aziende dove il sistema duale e’ una realtà consolidata, esponenti del mondo imprenditoriale e sindacale.

 

{loadposition pof}

 

Nel corso della giornata, sarà presentata la sperimentazione già partita in alcune scuole di Firenze. Nell’anno scolastico 2015/2016, infatti, oltre 100 studenti di 13 istituti scolastici cittadini faranno esperienza formativa in altrettante grandi aziende dell’area fiorentina: è il primo risultato nel campo dell’alternanza scuola-lavoro del Comitato delle Grandi aziende, lo strumento operativo di confronto tra i grandi soggetti economici e le Istituzioni locali e regionali. A

Al Comitato partecipano 17 gruppi industriali ed economici dell’area metropolitana fiorentina, coordinati dal consigliere economico del sindaco Fabrizio Landi. Sempre secondo il Comitato grandi imprese della Città metropolitana ingegneri, specialisti del web e tecnici sono i profili che 17 aziende assumeranno nei prossimi cinque anni.

Fra i profili maggiormente richiesti, vi sono gli ingegneri (progettisti meccanici e analisti termostrutturali), specialisti del web (cloud specialist, cloud security, web marketing specialist) e della logistica, ma anche tecnici di cantiere, gestionali e di sviluppo prodotti. Particolarmente apprezzato il ricorso al tirocinio formativo in azienda di studenti provenienti dall’università, dalle scuole secondarie superiori e dalle scuole di avviamento aziendale.

 

{loadposition facebook}