Home Attualità Anp Roma e Lazio e Campus Bio-Medico lanciano “student4peace”, la voce social...

Anp Roma e Lazio e Campus Bio-Medico lanciano “student4peace”, la voce social degli studenti contro la guerra

CONDIVIDI

Tante le voci del mondo della scuola che si alzano per dire no alla guerra in Ucraina. Tra queste anche quelle dei giovani che in queste ore stanno utilizzando tutti gli strumenti in loro possesso per protestare. L’Associazione Nazionale Presidi di Roma e del Lazio in collaborazione con l’Università Campus Bio-Medico di Roma hanno lanciato l’hashtag #student4peace per raccogliere tutti i video provenienti dai social TikTok, Instagram, Facebook, YouTube e Twitter. In queste ore sta anche nascendo il portale unico www.student4peace.eu. In 120 secondi i ragazzi delle scuole e delle università potranno raccontare le loro emozioni in questo particolare momento per l’Europa.

“Ai giovani con student4peace – spiega Raffaele Calabrò, Rettore dell’Università Campus Bio–Medico di Roma – affidiamo il compito di suggerirci vie per costruire la pace nel mondo. Università e scuola proprio per questo devono lavorare in sinergia, dando voce contemporaneamente agli studenti universitari e a quelli delle scuole. Quando ieri pomeriggio Mario Rusconi, presidente ANP-Roma, mi ha proposto l’idea che poi abbiamo concretamente sviluppato insieme mi ha subito trovato d’accordo. Ogni giorno nelle aule del nostro campus universitario puntiamo a formare persone ispirate, nella vita e nel lavoro, dai concetti di armonia, equilibrio e pace. Solo nella pace possono esistere una crescita personale e una ricerca scientifica pienamente finalizzate al progresso e allo sviluppo degli uomini”.

Icotea

“Ringrazio il Rettore dell’Università Campus Bio-Medico di Roma Raffaele Calabrò – afferma Mario Rusconi, presidente Anp-Roma – per aver accolto l’idea di far parlare insieme gli studenti delle scuole di Roma e Lazio con quelli del mondo universitario su un tema, quello della pace, che è universale. Crediamo che dalla sensibilità dei giovani possa arrivare un concreto contributo distensivo sul tema della pace. I nostri studenti riusciranno sicuramente, attraverso quelle tecnologie che ben conoscono e utilizzano costantemente, ad accendere in internet un faro di speranza e solidarietà”.

Anche Cristina Costarelli, presidente Anp Lazio, ha commentato: “Una iniziativa, quella di student4peace, fortemente voluta dai presidi del Lazio che oggi per la prima volta si accende, e che confidiamo non si spenga mai grazie al contributo dei nostri ragazzi che sapranno così illuminare percorsi per costruire ponti di pace nel mondo”. L’iniziativa Student4peace.eu, cui aderiscono anche l’Associazione Levi-Montalcini ed etutorweb.it, è per i fondatori un percorso di cittadinanza condivisa tra i giovani che nella scuola e nell’università sperimentano se stessi attraverso la cultura della conoscenza e del sapere.