Home Pensionamento e previdenza APe volontaria, il decreto è in Gazzetta

APe volontaria, il decreto è in Gazzetta

CONDIVIDI
  • Credion

È stato pubblicato nella G.U. del 17 ottobre il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 4 settembre 2017, n. 150 “Regolamento recante norme attuative delle disposizioni in materia di anticipo finanziario a garanzia pensionistica (APE).”

In cosa consiste

L’APe volontaria è stata istituita con la legge di Bilancio 2017 e consiste in un anticipo pensionistico, calcolato sulla base della pensione maturata nel momento in cui si presenta domanda. È in sostanza un prestito commisurato e garantito dalla pensione di vecchiaia, erogato dalla banca in quote mensili per 12 mensilità, che il beneficiario otterrà alla maturazione del diritto.

Icotea

Chi la può richiedere

Può essere richiesta dai lavoratori dipendenti pubblici e privati, dai lavoratori autonomi e dagli iscritti alla Gestione Separata.

Requisiti

Per accedere al prestito è necessario, al momento della richiesta:

  • avere almeno 63 anni di età e 20 anni di contributi;
  • maturare il diritto alla pensione di vecchiaia entro tre anni e sette mesi;
  • avere un importo della futura pensione mensile, al netto della rata di ammortamento per il rimborso del prestito richiesto, pari o superiore a 1,4 volte il trattamento minimo dell’Assicurazione Generale Obbligatoria (AGO);
  • non essere titolare di pensione diretta o di assegno ordinario di invalidità.

Non è necessario cessare l’attività lavorativa.