Home Archivio storico 1998-2013 Generico Approvata in Commissione la conversione in legge del D.L. 97/2004

Approvata in Commissione la conversione in legge del D.L. 97/2004

CONDIVIDI
  • GUERINI


Il testo per la conversione in legge del D.L. n. 97 del 7 aprile 2004 passa all’esame dell’Aula del Senato con alcune modifiche sostanziali rispetto a quello approvato il mese scorso dal Consiglio dei ministri.

Il voto finale dell’assemblea di Palazzo Madama è previsto per il 16 maggio (secondo quanto riportato nel calendario dei lavori del Senato). Successivamente il testo passerà all’esame della Camera dei deputati.
Questo il comunicato diffuso dopo l’approvazione degli emendamenti da parte della Commissione che ha esaminato in sede referente il disegno di legge n. 2896, di conversione del decreto-legge 7 aprile 2004 recante disposizioni per l’avvio dell’anno scolastico 2004/2005 nonché in materia di esami di Stato e di Università:

"All’articolo 1 è stato fra l’altro approvato un emendamento del presidente relatore Asciutti che rinvia all’anno scolastico 2005-2006 l’aggiornamento delle graduatorie, oltre che alcuni emendamenti del senatore Bevilacqua relativi ai conservatori. All’articolo 2, sono stati approvati emendamenti che consentono l’accesso ai corsi abilitanti agli insegnanti magistrali e agli insegnanti tecnico-pratici, oltre a un emendamento del presidente relatore Asciutti sui conservatori. In sede di articolo 2, il Governo ha anche accolto un ordine del giorno dell’opposizione in favore di una opportuna distribuzione territoriale delle sedi universitarie ove si svolgeranno i corsi abilitanti. E’ stato poi accolto un emendamento aggiuntivo dopo l’articolo 2 sulle graduatorie dell’Afam. In sede di articolo 3, la Commissione ha ripristinato il testo già approvato in sede di disegno di legge n. 2529, con riferimento alla percentuale dei posti destinati ai passaggi di ruolo nella scuola secondaria. Sono state altresì aggiunte norme che prorogano i periodi di docenza presso le Ssis, che consentono ai docenti che hanno conseguito la specializzazione al sostegno successivamente alla scadenza del bando di iscriversi a domanda in una graduatoria aggiuntiva e che ammettono alla frequenza del corso-concorso per dirigente scolastico coloro i quali non hanno potuto accedervi per l’indisponibilità dei posti messi a concorso a livello regionale. Il Governo ha inoltre accolto un ordine del giorno relativo al congedo straordinario senza assegni degli insegnanti della scuola secondaria che vincano concorsi universitari post-dottorato. La Commissione ha inoltre reintrodotto la norma già approvata in sede di disegno di legge n. 2529 sull’accesso con riserva nelle graduatorie degli iscritti all’ultimo anno delle Ssis e dei laureandi dei corsi di laurea in scienze della formazione primaria. All’articolo 4 sono stati accolti emendamenti di carattere tecnico. All’articolo 5 è stato approvato un emendamento del senatore Compagna sulla presa di servizio di docenti universitari senza oneri a carico dell’ateneo. E’ stato altresì approvato un emendamento del senatore Valditara che proroga il Cun fino all’insediamento del nuovo consiglio riordinato e comunque non oltre il 30 aprile 2005. Alla Tabella, sono stati approvati diversi emendamenti, fra cui la valutazione doppia del servizio prestato nelle scuole di ogni ordine e grado nei comuni montani e nelle isole minori, cui sono stati aggiunti anche gli istituti penitenziari e una maggiorazione del punteggio attribuito per ogni abilitazione o idoneità aggiuntiva rispetto al titolo valutato per l’accesso al ruolo".

In "Ulteriori Approfondimenti" è possibile consultare il testo coordinato con le modifiche introdotte dalla VII Commissione del Senato, così come elaborato dalla Uil-Scuola.

Icotea