Home Archivio storico 1998-2013 Generico Approvato schema di regolamento per la valutazione degli studenti

Approvato schema di regolamento per la valutazione degli studenti

CONDIVIDI
  • Credion

Durante la riunione del Consiglio dei Ministri n. 41 di venerdì 13 marzo 2009 sono stati approvati una serie di provvedimenti. Tra questi uno schema di regolamento che coordina le disposizioni vigenti in materia di criteri per la valutazione degli studenti.

 
Ecco i punti più salienti:
 
Il 5 in condotta comporterà la non ammissione all’anno successivo o agli esami di Stato e concorrerà alla determinazione dei crediti scolastici. L’insufficienza sarà attribuita dal consiglio di classe per gravi violazioni dei doveri degli studenti definiti dallo Statuto delle studentesse e degli studenti e cioè nei seguenti casi: 
• allo studente che non frequenta regolarmente i corsi e non assolve assiduamente agli impegni di studio;
• a chi non ha nei confronti del capo d’istituto, dei docenti, del personale della scuola e dei compagni il dovuto rispetto;
• a chi non osserva le disposizioni organizzative e di sicurezza dettate dai regolamenti dei singoli istituti;
• agli alunni che non utilizzano correttamente le strutture, i macchinari e i sussidi didattici;
• a chi arreca danno al patrimonio della scuola.
Per prendere un’insufficienza in condotta, comunque, si deve aver già preso una sanzione disciplinare. Se il comportamento indisciplinato si ripete l’insegnante con il consiglio di classe può decidere per l’attribuzione del 5.
 
Il regolamento introduce, inoltre, la valutazione con il voto numerico per tutte le materie e in tutte le scuole, dalla primaria alla secondaria di secondo grado.
Mentre si attende che il Consiglio di Stato esprima il suo parere in merito, proponiamo lo schema di regolamento sulla valutazione approvato il 13 marzo.

Icotea

Per visionare il provvedimento consulta il box "Approfondimenti" di questa pagina.