Home Sicurezza ed edilizia scolastica Ascoli, 115 mila euro per la verifica della vulnerabilità sismica di 5...

Ascoli, 115 mila euro per la verifica della vulnerabilità sismica di 5 scuole

CONDIVIDI
  • GUERINI

La Provincia di Ascoli Piceno ha provveduto a stanziare 115 mila euro per bandire un avviso di manifestazione d’interesse per l’affidamento degli incarichi di verifica della vulnerabilità sismica di 5 scuole di competenza provinciale.

Si tratta dell’’Istituto Statale d’Arte “Licini”, l’Istituto Professionale per i Servizi Commerciali “Ceci”, la sede distaccata Ipsia “Sacconi” di Via Cagliari, il Liceo Classico “Stabili” e l’Istituto Alberghiero “Buscemi” di San Benedetto del Tronto.

Icotea

In tutte queste strutture scolastiche saranno effettuate le indagini geognostiche, geotecniche e geofisiche nonché ricerche sui progetti originali e prove diagnostiche.

Si ricorda che l’obbligo di sottoporre gli edifici alla verifica di sicurezza sismica si riferisce a tutti gli edifici e le opere di interesse strategico e/o rilevanti (scuole comprese), in qualsiasi zona sismica si trovino, indipendentemente dal fatto che il proprietario sia pubblico o privato e indipendentemente dai programmi e dai finanziamenti stabiliti a livello nazionale o regionale.

In particolare, ai sensi delle norme vigenti, è obbligatoria la verifica mentre non lo è l’intervento: a seconda dell’esito della verifica il proprietario deve programmare eventuali interventi da realizzare entro un determinato periodo di tempo, in funzione appunto dei risultati della verifica stessa.