Home Attualità AstraZeneca: a Napoli una parte del personale scolastico rinuncia o è assente

AstraZeneca: a Napoli una parte del personale scolastico rinuncia o è assente

CONDIVIDI
  • GUERINI

Sono riprese le vaccinazioni con AstraZeneca per i docenti e e il personale ATA delle scuole napoletane.
I vaccini non sono più somministrati nel padiglione della Mostra d’Oltremare nel quartiere Fuorigrotta ma alla Stazione Marittima nel quartiere Porto.

Si registrano purtroppo assenze e rinunce tra il personale della scuola e non solo dopo lo stop delle vaccinazioni con AstraZeneca che si e verificato dopo le morti sospette in Italia, in Germania e in altri Paesi, solo giovedì scorso è arrivato il responso positivo dell’EMA e anche a Napoli sono riprese le somministrazioni del vaccino con AstraZeneca. Ma purtroppo la ripresa è stata al rilento per la crescita delle defezioni alla somministrazione del vaccino anglo svedese, su 840 convocati tra docenti e tecnici universitari , sabato si sono presentati  solo 339 con circa il 60% di defezioni. Fenomeno che si spera possa essere ridimensionato già a partire da questa settimana.

Icotea

Ma cosa accade a chi rinuncia o è assente? La rinuncia riguarda chi si presenta alla Stazione Marittima, fa la fila ma al momento di vaccinarsi rifiuta o perché cambia idea o perché vorrebbe un vaccino diverso da AstraZeneca, es. Pfizer. In questo caso non è previsto nessun recupero, in questa fase la vaccinazione non potrà  essere riprenotata.

Il discorso è diverso per l’assenza soprattutto se giustificata (malattia o impedimento). L’assenza va riscontrata presso il Dirigente Scolastico a cui spetta una nuova preadesione. Il nominativo, tramite l’istituto scolastico di appartenenza, viene ripescato con un nuovo inserimento e un nuovo ordine cronologico.
Una seconda assenza viene invece considerata come rifiuto.

ISCRIVITI al nostro canale Youtube

METTI MI PIACE alla nostra pagina Facebook