Home Attualità AstraZeneca, gli esperti: “Sì ad under 60, ma giovani donne più esposte”

AstraZeneca, gli esperti: “Sì ad under 60, ma giovani donne più esposte”

CONDIVIDI
  • Credion

Si torna a parlare del vaccino AstraZeneca. Dopo le rassicurazioni di ieri, 3 maggio, da parte del direttore della prevenzione Gianni Rezza, che ha annunciato che la seconda dose avverrà con lo stesso siero, arrivano le dichiarazioni del presidente dell’Agenzia Italiano del Farmaco Giorgio Palù al ‘Corriere della Sera’: “Mai stato un divieto alla somministrazione di AstraZeneca negli under 60. L’Ema non ha posto restrizioni per età, mentre Aifa ha dato un’indicazione per uso preferenziale agli over 60. Un suggerimento, non una regola”. L’Aifa teme che molti saltino gli appuntamenti e suggerisce di fare la seconda dose di AstraZeneca s chi ha fatto la prima, indipendentemente dall’età.

Ieri il commissario straordinario Figliuolo aveva aperto alla possibilità di somministrare AstraZeneca anche agli under 60. Il direttore scientifico della Società italiana di malattie infettive e tropicali Massimo Andreoni, ad ‘Agorà’ si è detto favorevole a vaccinare con AstraZeneca sotto i 60 anni, magari con qualche limitazione, visto che le trombosi rare hanno riguardato sostanzialmente il genere femminile.

Icotea

Anche l’immunologa Antonella Viola è d’accordo con questa visione. “Il rischio di effetti collaterali gravi è raro, ma è maggiore nelle donne giovani, che hanno un rischio inferiore agli uomini di sviluppare sintomi severi da Covid-19. Il rapporto rischi-benefici ci suggerisce quindi di vaccinare tutti gli uomini, anche con Johnson & Johnson, ma di tenere fermo il limite di età delle donne”.

iscriviti

ISCRIVITI al nostro canale Youtube

METTI MI PIACE alla nostra pagina Facebook