Home Archivio storico 1998-2013 Generico Ata, 2ª posizione economica, test prove selettive

Ata, 2ª posizione economica, test prove selettive

CONDIVIDI
  • Credion
Per il personale Ata con contratto a tempo indeterminato appartenente ai profili di assistente amministrativo e di assistente tecnico è prevista l’assegnazione, a partire dal prossimo mese di settembre, di 12.000 nuove posizioni economiche (in particolare, 8.917 per gli assistenti amministrativi e 3.083 per gli assistenti tecnici) per lo svolgimento di attività lavorative complesse, caratterizzate da autonomia operativa, da conferire mediante procedure di cui all’art. 48 del Ccnl del 29 novembre 2007, come modificato dalla sequenza contrattuale del 25 luglio scorso.
Per la preparazione allo svolgimento della prova selettiva della procedura concorsuale per l’attribuzione della seconda posizione economica, il Miur ha reso disponibile sul proprio sito web la raccolta completa dei test, con le corrispondenti risposte (insieme ad alcuni materiali didattici), dalla quale saranno tratti i 60 quesiti da sottoporre ai candidati all’atto della prova, che avrà la durata di 60 minuti. I quesiti  per gli assistenti amministrativi e gli assistenti tecnici riguardano le rispettive aree nonché il quadro normativo-contrattuale e quello della Pubblica Amministrazione.

Ma non mancano alcune critiche sui test predisposti: la Flc-Cgil, “pur condividendo la scelta di pubblicare sia le domande che le risposte onde agevolare la preparazione dei lavoratori” osserva che “in modo particolare i test relativi alla parte normativa-contrattuale e amministrativa risultano molto complessi”. Riguardo ai quesiti riportati sul sito ministeriale, la Flc-Cgil ritiene che “una buona parte è basata su una visione puramente nominalistica delle materie, pretendono la conoscenza astratta di termini specialistici delle varie discipline, possibilmente i più complessi”, mentre andrebbe maggiormente curata “la valorizzazione professionale di quelle figure che in maniera più pesante hanno portato sulle spalle i cambiamenti in campo organizzativo”.

Come specificato nell’allegato tecnico all’Accordo del 12 marzo scorso tra Ministero dell’istruzione ed organizzazioni sindacali, l’elenco dei nominativi con l’indicazione della sede, della data e dell’ora di svolgimento della prova dovrà essere pubblicato in ciascuna realtà territoriale entro 10 giorni dalla prima data di esame stabilita.
La prova selettiva assegna un punteggio massimo di 40 punti; ogni risposta errata o non data comporta la diminuzione di punti 1,5. La prova selettiva si intende superata con il punteggio minimo di 31 punti. 
Ai candidati che avranno superato la prova saranno poi valutati i titoli dichiarati nel modello di domanda. Le graduatorie provinciali risultanti dalla somma dei vari punteggi dovranno essere pubblicate dal competente Ufficio scolastico regionale entro 30 giorni dallo svolgimento dell’ultima prova selettiva. Il personale che risulterà in posizione utile entro il 105% del contingente numerico di posizioni attribuibili fissato per ogni provincia in proporzione all’organico di diritto 2007/2008 sarà ammesso a partecipare ad un corso di formazione non selettivo di 80 ore, cui collaborerà l’Ansas (Agenzia nazionale per lo sviluppo dell’autonomia scolastica).
La seconda posizione economica prevede 1.800 euro annui lordi annui.